Asia Argento pronta ad abbracciare la sua nuova vita: “So di aver toccato il fondo”

Come molti già sapranno, negli ultimi giorni Asia Argento ha festeggiato il suo primo anno di sobrietà e di totale lontananza dalle droghe e da qualsiasi altra forma di dipendenza da sostanze dannose. Un traguardo importante per una donna che ha sempre avuto una vita tormentata, il che la rende più “umana” di quanto non siano altri artisti del suo calibro.

Non è un mistero che la vita di Asia Argento non sia mai stata particolarmente facile. I dolori e i traumi non sono mancati nella sua vita, e questo la rende forse una delle donne più tormentate e affascinanti del mondo dello spettacolo. I suoi modi di fare, spesso controcorrente, l’hanno posta molte volte al centro dei riflettori, ma quello che ha vissuto sulla sua pelle ha avuto delle importanti ripercussioni anche sul suo stile di vita. Non è un segreto, infatti, che in passato Asia Argento si sia abbandonata alle lusinghe dell’alcool e degli stupefacenti per riempire dei vuoti che riusciva a colmare soltanto stordendosi, ma oggi quella donna ha deciso di diventare un’altra persona.

Come ha rivelato al settimanale Oggi, Asia è riuscita a uscire da quel tunnel buio grazie a una sua collega e vicina di casa, Maria Amelia Monti, che le ha fatto scoprire il Buddhismo e le ha dato la forza di rimettersi in piedi e diventare la donna che ha sempre desiderato essere. Una donna forte, in grado di rimettersi in piedi dopo aver a lungo camminato in acque torbide e pericolose. E alla fine l’attrice e regista ha individuato chi era la vera causa del suo male: non il malocchio, non una divinità che ce l’aveva con lei, ma semplicemente se stessa. E soltanto lavorando sul suo “lato oscuro” ha potuto vedere di nuovo la luce e tornare a splendere. La donna sa di aver toccato il fondo, ma adesso può soltanto risalire.

Asia Argento, nel giro di pochi anni, un dolore dietro l’altro

Dopo il movimento #MeToo del 2017 che, nonostante tutte le buone intenzioni, l’ha resa vittima di aspre critiche e dopo il caso Jimmy Bennett, a dare il colpo di grazia è stata l’ischemia che ha colpito sua madre Daria Nicolodi, scomparsa nel 2020. Un dolore troppo forte per la povera Asia, che ha ammesso di essere caduta di nuovo nel baratro della depressione come le era già capitato in passato. Un baratro dal quale si era illusa di poter risalire grazie al consumo di alcool e droghe. “Mettevo il bicchiere tra me e gli altri, per proteggermi” ha confessato. E il fatto che Anthony Bourdain, il compagno che si è tolto la vita nel 2018 bevesse le ha fornito l’alibi per ricominciare. Oggi Asia Argento abbraccia la sua nuova vita, festeggiando un anno lontana da queste dipendenze. E lo ha fatto accettando l’aiuto di chi gli ha teso la mano e le ha fatto scoprire il Buddhismo, che insegna che ogni giorno si può decidere di rialzarsi. Perché, come lei stessa ha ammesso, “Ci si salva da soli, ma bisogna essere in grado di vedere le mani che ti vengono tese”.

LEGGI ANCHE>>> Domenico Procacci su Kasia Smutniak: “Mi ha beccato in un cespuglio…”

Articolo precedenteIsola dei Famosi, Edoardo Tavassi punzecchia Mercedesz Henger: la vendetta di lei è esemplare
Articolo successivoLilli Gruber colpita dal Covid: “Arrivata a pesare 44 kg”, le sue condizioni preoccupano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui