Body Positivity, quando bisogna accettare anche la voglia di migliorarsi

Sarà un momento fantastico e, anche se c’è ancora molta strada da fare e molte fasi da attraversare, alla fine sembrerà di portare a un sano equilibrio all’interno della società. Ascoltiamo e diventiamo sempre più tematicamente inclusivi, combattendo la violenza in tutte le sue forme e rispettando tutti. Anche quando acquistiamo vestiti nuovi, lo notiamo ogni giorno, quando notiamo che la gamma di taglie disponibili è più ampia di prima, tenendo conto delle persone molto magre e in sovrappeso.

il tuo stesso corpo? Secondo uno studio, è emerso che quasi il 90% delle donne non ama il proprio corpo ed è disposta a cambiare almeno un aspetto di se stesse. Dopotutto siamo esseri umani, e come tali abbiamo i nostri limiti nobili e molto ragionevoli che non ci permettono di essere sempre come vogliamo essere. Per questo la body positivity rappresenta un prezioso alleato che ci permette di accettarci anche quando ci sentiamo a rischio con noi stessi o a disagio con il nostro corpo.

Questa è una domanda più generale di quanto pensiamo, ma con una premessa necessaria: cosa significa body positivity? Quali sono i rischi? Per quanto strano possa sembrare, anche la cosiddetta body positivity può rappresentare un rischio per alcune persone. La nostra attuale tendenza all’accettazione di sé e al rispetto di standard di bellezza molto lontani da ciò a cui eravamo abituati non è necessariamente una cosa buona e giusta da fare in qualsiasi situazione. Nonostante le buone intenzioni all’inizio, il rischio è di cadere nel torto di spingere tutto all’estremo.

Ma in che senso? In un certo senso, accettarsi non significa necessariamente non voler fare nulla per migliorare”. Non c’è niente di sbagliato nell’amarsi e nell’accettarsi, al contrario. Ma non c’è niente di sbagliato nel voler rimboccarsi le maniche e cambiare.

Lo stile di vita cambia , diete, esercizio fisico, anche chirurgia se del caso. Non è scritto da nessuna parte che accettarsi nel momento è l’unica strada da percorrere: è importante non avere un rapporto con il proprio corpo che è in permanente conflitto. Quindi è importante rispettare ciò che altri vogliono la disponibilità a cambiare qualche aspetto di te stesso se questo rende le persone felici.

Se ci pensiamo fa anche parte della positività del corpo. Quindi, in conclusione, è giusto usare una parola: rispetto. Per gli altri e per te stesso.

LEGGI ANCHE >>> Una dieta vegana è salutare? Ecco cosa dicono gli esperti

Articolo precedenteCosa hanno in comune Wanda Nara, Caterina Balivo e Chiara Ferragni? Un accessorio decisamente particolare
Articolo successivoValeria Golino ha trovato un nuovo amore: ha 30 anni ed è bellissimo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui