Elena D’Amario, il messaggio di body positive: “Il corpo è il mio tempio, ma mai inseguire la perfezione”

Elena D’Amario è danzatrice professionista da 4 anni al Balletto Amici di Maria De Filippi e da 10 anni in una delle scuole di ballo più importanti del mondo, la Parsons Dance Company di New York: non potrebbe mai rifiutare un invito di un conduttore italiano, è il suo talento che la rende una ballerina di grande talento con oltre un milione di follower sui social network, dove racconta tutto di sé e trasmette grandi informazioni, ballerine e non ballerine. Il suo motto è “Il corpo è il mio tempio, ma mai la perfezione” Elena D’Amario ha partecipato al talent show di Maria De Filippi a soli 19 anni Con impegno e dedizione, Elena riesce a ottenere tutto quello che vuole dalla danza, che è come respirazione. Tuttavia, con una ballerina come lei, che espone sempre il suo corpo e tocca argomenti sottili come body smashing e body aggressivi, può solo essere una buona sostenitrice.

Parlando delle sue esperienze come ballerina e personaggio famoso, Damario ammette di essere nei media, i suoi social network, ma soprattutto, la sua esposizione sul palco. “Insomma, devi affrontarlo subito. Sono ancora un adolescente, allenato, ma più fragile, e di certo non ballavo otto ore al giorno come faccio oggi.

In realtà è un insegnamento meraviglioso, ed è anche sulla diversità. Confronto testa a testa sul tema: ci sono più di 50 ragazze nella scuola ea quell’età sono tutte molto diverse. Cresci e cambi con disciplina”.

Ma è quando si parla della sua carriera come ballerina che Elena D’Amario ha consegnato un messaggio molto importante sulla positività del corpo e ha anche parlato della sua esperienza con il body shaming. Quest’ultimo è uno stimolo maturo per i ballerini a fare di più e meglio, insistendo sul fatto che “i difetti vanno resi ‘maturi’ e valorizzati. Non bisogna attenersi alle regole”.

Elena Damario Il messaggio è chiaro che è inutile fare appello a l’ideale della perfezione, che la vera perfezione sta nel concetto di unicità, per diventare unici” In fondo, la perfezione è un concetto talmente soggettivo da essere vuoto e ingannevole: cosa significa? Cosa significa? Anche le persone che fanno body shaming e scrivi: “Dovresti essere più magra” ma quanto? “Dovresti avere più seni” ma quanti più seni? Non voglio essere nel mio Perfetto in quello che faccio e come sto, ma voglio essere unico e quindi identificabile “E’ opportuno ascoltare chi vede il proprio corpo come un tempio dell’unicità, non aridi giudizi noi non siamo noi” La tua stessa gente, non credi? LEGGI ANCHE >>> Marina La Rosa attacca brutalmente il suo aspetto: “Che la pace e il botox siano con noi” [https://semplicementecurvy.it/2022/ 06/11/Marina-la-rosa- Ha attaccato brutalmente il suo aspetto fisico cioè la pace e il botox è con tutti noi /]

Articolo precedenteSoleil Sorge, ci ‘da un taglio’: la foto del nuovo look diventa virale
Articolo successivoBarbara D’Urso ha ceduto al ritocchino? La foto che mostra tutta la verità

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui