Eredità Alberto Sordi: dopo anni arriva la sentenza del giudice, ecco a chi andrà

Uno dei più grandi attori italiani di sempre è sicuramente Alberto Sordi, simbolo di un’arte cinematografica che oggi non esiste più. Dopo anni dalla sua morte arriva la sentenza sulla sua eredità: ecco chi potrà beneficiarne.
Alberto Sordi è stato uno dei più popolari attori del cinema italiano: un attore impagabile capace di rappresentare come nessuno i nostri difetti, immortalati tra una risata sguaiata, un pizzico di cattiveria e atti di eroismo. Scomparso nel 2003, solo da poco il tribunale di Roma ha emesso la sentenza sulla sua eredità, deliberando chi dei suoi possibili eredi potrà beneficiare del suo patrimonio.

Alberto Sordi, a chi andrà la sua eredità?

Più di cento anni fa, il 15 giugno 1920, nasceva a Roma quello che è considerato come uno degli interpreti più rappresentativi della commedia tricolore, amato dal pubblico e dagli autori che con lui hanno lavorato, Federico Fellini, Ettore Scola, Mario Monicelli e Dino Risi per citarne solo alcuni, ma anche osteggiato da coloro che proprio non sopportavano il suo modo di fare.
Un artista come non ne nascono più, Alberto Sordi ha fatto la storia del cinema italiano, gli italiani si sono spesso identificati negli innumerevoli personaggi a cui lui ha dato vita: dallo spaccone all’arrogante, dal miserabile al servile con il potente di turno, dal ruffiano al prepotente, film dopo film, è sfilata tutta quell’umanità che è stata la forza della commedia all’italiana di cui Sordi è uno dei padri fondatori.
Non è mai stata resa nota la causa del suo decesso, anche se voci non confermate parlano di una grave malattia che ha colpito bronchi e ai polmoni. Si tratta di supposizioni: proprio come per Raffaella Carrà, è stata la sua famiglia a non far trapelare alcuna notizia sulla malattia che l’ha portato al decesso. Nella sua vita brillante, però, Alberto non si è mai sposato né ha avuto mai figli, dunque la sua ricca eredità, frutto di oltre quarant’anni di lavoro e di grandi successi, a chi sarebbe spettata? L’unica persona veramente vicina a lui ancora viva nel 2003 era la sorella Aurelia. Purtroppo, però, intorno alla sua eredità è nato un caso giudiziario che ha coinvolte, oltre a sua sorella, anche altre persone.
L’eredità della famiglia Sordi è stimata in circa 50 milioni di euro, una cifra importante che ha causato anche diverse polemiche, legate anche ad un caso giudiziario che qualche tempo fa ha visto ben 9 persone imputate. La morte della sorella Aurelia, avvenuta il 12 ottobre 2014, ha spinto i familiari e alcuni conoscenti ad una vera e propria battaglia legale. Dal suo autista di fiducia, ad altre persone che, in seguito, sono state accusate di voler mettere le mani sull’eredità in maniera illecita: circonvenzione di incapace e ricettazione ai danni di Aurelia Sordi
A distanza di tempo, però, tutti e 9 gli imputati per il processo legato all’eredità di Alberto sono stati assolti dal giudice monocratico del Tribunale di Roma “perché il fatto non sussiste”.
Leggi anche: Johhny Depp e Amber Heard, fuori la sentenza: qui il verdetto

Articolo precedenteGeorge Clooney rompe il silenzio su Elisabetta Canalis, parole choc: “Non sapete cosa mi ha fatto”
Articolo successivoGianluca Vacchi, ecco svelate tutte le sue “stramberie”: dalla camera iperbarica alla sabbia “importata”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui