Francesca Fialdini pronta per una nuova avventura: dove la vedremo?

La conduttrice toscana sembra non avere intenzione di fermarsi e presto si troverà al timone di un nuovo programma, una vera novità per chi , come noi, è abituato a vederla alla conduzione di Da noi a ruota libera, Fame d’amore e Ci vuole un fiore.  Dai suoi social e da alcuni siti come TvBlog, siamo venuti a conoscenza che Francesca Fialdini condurrà il Premio Campiello insieme a Lodo Guenzi, conosciuto per essere il leader della band Lo Stato Sociale.  Nello specifico, venerdì 27 maggio, i 500 finalisti di Campiello 2022 saranno selezionati dalla giuria dei  Letterati dell'Aula Magna Galileo Galilei a Palazzo Del Bo, sede dell'Università di Padova.la cinquina finalista per il Campiello 2022 a questo punto la Giuria dei Trecento Lettori potrà esprimere il proprio voto fino alle 12.00 di sabato 3 settembre mentre la sera si terrà la Finale del premio condotta dai due artisti e trasmessa da Rai5 dalle 20.45.

Quindi sabato 3 settembre sarà alla conduzione del Premio Campiello 2022.  La premiazione andrà  in onda nella prima serata di Rai5 . Il suddetto sito indica una strana coincidenza tra la padrona di casa di Da noi... a Ruota Libera  e un' altra nota e amata conduttrice, Andrea Delogu. Solo l'anno scorso, infatti, quest'ultima ha guidato l'evento che ora vede protagonista la Filadini. Insomma le due sembrano praticamente scambiarsi programmi. L'amata Fialdini, tra l'altro, di recente è stata intervistata da Vanity Fair e ha raccontato la sua visione della televisione e quello che cerca di fare nei suoi programmi. Alla conduttrice è stato chiesto da chi avesse preso questa grinta e questa forza e lei non ha avuto esitazioni nel rispondere : «Mia madre, che in Italia credo sia stata la prima donna ad essere nominata segretario dei Ds, mi ha insegnato a sentirmi responsabile per gli altri.

Sono cresciuta all’ombra di una donna molto impegnata. Ricordo i tomi sulla nostra libreria, i volumi sull’importanza dell’armonizzazione salariale, i dibattiti cui ho assistito quando le riunioni si sono tenute a casa nostra». Sul rischio di cadere nella retorica durante il racconto televisivo, invece , ha dichiarato: «Cerco di passare dalle parole ai fatti. L’emancipazione femminile è sulla bocca di tutti, ormai, ma perché si fatichi tanto a darle un’applicazione pratica non lo si dice. Quel che vogliamo chiederci è se la società che stiamo costruendo stia davvero guardando al futuro. Perché i tassi di disoccupazione ancora ci dicono che sono le donne, relegate al ruolo di caregiver, a pagare lo scotto più alto? Perché ancora esiste un automatismo in nome del quale, a livello collettivo, si pensa che una donna debba dedicarsi prima alla famiglia e poi a se stessa?» Francesca è una donna di straordinario talento e non ci sorprende vederla ricoprire sempre più ruoli nella televisione italiana.