HomeSpettacoloPaolo Bonolis, il grande ritorno: "Dopo l'incidente e le polemiche, cambierà tutto"

Paolo Bonolis, il grande ritorno: "Dopo l'incidente e le polemiche, cambierà tutto"

Paolo Bonolis lo ha chiarito nella sua ultima intervista ("Ciao Darwin? Penso che prima o poi potrebbe ancora tornare alla ribalta. È un prodotto che abbraccia ogni epoca ed è molto popolare"). In effetti, non solo Ciso Darwin tornerà, ma c'è anche una data prevista: marzo 2023, secondo TvBlog. Sempre su Tv Blog si legge: “Si tratterebbe della nona edizione del programma lanciato alla fine degli anni novanta, con l’ultima proposizione datata primavera 2019. Lo stesso Bonolis, ospite mercoledì sera di Maurizio Costanzo, ha commentato con un “vediamo” la possibilità di riproporre il celebre show in tv. Ci risulta, tuttavia, che la trasmissione andrebbe incontro ad un restyling sul fronte delle ‘firme’, con una parziale sostituzione degli autori. Da valutare pure la struttura del programma. Alcuni giochi potrebbero sparire e, istintivamente, il pensiero va al gioco del ‘genodrome’ che tre anni fa causò il grave infortunio di un concorrente nel corso della prova dei rulli”.

Oltre al ritorno con Ciao Darwin, Paolo Bonolis  tonerà anche con Avanti un Altro. Mediaset ha commissionato ottanta nuovi episodi, che andranno in onda da gennaio 2023 fino all'estate. Nell'aprile 2019, Ciao Darwin era sotto inchiesta dopo che durante una puntata dello spettacolo, un concorrente catastroficamente caduto è finito in terapia intensiva in ospedale. L'uomo è rimasto ferito durante il gioco del Genodrome ed è stato prima ricoverato in terapia intensiva e poi costretto alla sedia a rotella poichè rimasto in parte paralizzato: "Dopo l’incidente e dopo le polemiche, arriva l’inchiesta della Procura di Roma. I rulli del Genodrome, una delle prove più famose che i concorrenti devono affrontare durante le puntate di Ciao Darwin, finiscono sotto sequestro. Il procuratore aggiunto Nunzia D’Elia ha infatti aperto un fascicolo per lesioni colpose dopo che, nelle scorse settimane, durante lo show condotto da Paolo Bonolis, uno dei partecipanti è caduto ed è finito in ospedale.

Gabriele Marchetti, 54 anni, ricoverato nel reparto di terapia intensiva del policlinico Umberto I, rischia di rimanere paralizzato. È precipitato dai rulli giganti durante la registrazione del 17 aprile e i familiari hanno presentato un esposto in procura“. A due anni di distanza dal terribile avvenimento, la Procura di Roma ha chiuso le indagini preliminari, alcune persone rischiano il processo con l’accusa di lesioni personali gravissime: due dirigenti di RTI, un dirigente della società Maxima ed uno della società Sdl 2005. O almeno questo è quanto riportato da  Il Corriere di Roma:Nel mirino della procura i rischi di un gioco svolto in una vasca, sottostante i rulli, profonda un metro e nove centimetri con un fondo rigido, e il mancato addestramento di Marchetti per superare la prova.

Ora i quattro indagati rischiano di finire sotto processo, qualora entro venti giorni non depositino memorie difensive che convincano gli inquirenti a escludere la loro responsabilità. In particolare, a finire sotto inchiesta sono Sandro Costa e Massimo Porta, entrambi dirigenti di Rti quando è avvenuto il dramma. Costa è accusato di non aver adottato le necessarie misure di protezione, per non aver eseguito una completa valutazione dei rischi che avrebbe corso Marchetti nello svolgere il gioco“. “Porta invece è indagato perché non avrebbe fornito a Marchetti lo specifico addestramento con personale specializzato. Sempre Porta, è anche accusato di non aver dato al concorrente le informazioni per valutare i rischi e i possibili danni della prova. "

LEGGI ANCHE: Paolo Bonolis svela chi prenderà il suo posto: "Il mio erede sarà lui", lo conoscete tutti!

ARTICOLI RECENTI