Maurizio Costanzo Show, la violenta rissa in studio andrà in onda stasera: coinvolti Albano Carrisi, Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini

Nella nuova puntata del Maurizio Costanzo Show, in onda questa sera, verrà trasmessa una rissa tra Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini. A confermare quanto è accaduto ci ha pensato Albano Carrisi, che ha assistito a una scena imbarazzante. Come alcuni avranno già saputo, i due si sono scontrati per la guerra in Ucraina, fino a quando tutto non degenerasse in uno scontro fisico sotto i riflettori e davanti alle telecamere. Il cantautore di Cellino San Marco si è detto oggi scioccato per quanto accaduto e ha detto che sarebbe stata proprio una sua  osservazione a causare il panico. Al Corriere della Sera, Al Bano ha spiegato che il conflitto è iniziato quando Maurizio Costanzo lo ha intervistato sul tema del “buon Putin”. Prima ancora di poter rispondere al celebre conduttore, “non richiesto è intervenuto il signor Mughini”. E' stato allora che “è scoppiata una rissa pazzesca”. E oggi il cantautore si è dichiarato "abbastanza sconvolto". Questo conferma le voci trapelate ieri. L'artista si è detto dispiaciuto perché è stato davvero imbarazzante vedere “due uomini coltissimi che si azzuffano come fosse una rissa da bar di periferia”. Secondo il racconto di Al Bano, Mughini per primo si è alzato ed è andato da Sgarbi. Di fronte a una tale reazione, “Sgarbi si è alzato a sua volta”.

Qui, tutti si concedono “parolacce e spinte”. Il cantautore ha sottolineato che la scena non sarebbe stata tagliata, di modo che tutti avrebbero avuto la possibilità di vedere la rissa Sgargi-Mughini in TV al Maurizio Costanzo Show. Infatti, il cantautore definisce tutto come “uno scontro Muhammad Ali – Mike Tyson”. Allo scoppio della rissa, lo stesso Carrisi è intervenuto insieme a Iva Zanicchi per placare “questa vicenda anche pericolosa per certi aspetti”. Vittorio Sgarbi, infatti, “è caduto indietro con la sedia” dopo essere stato respinto da Mughini. Non solo, sembra che un dipinto sia caduto a cinque centimetri da dove si trovava il critico d'arte. “È stato incredibile e inaspettato”, ha detto oggi Albano Carrisi . Ha confermato che è stato un confronto fisico, ma “anche le parole è meglio dimenticarle”. Il cantautore ha detto che non era affatto una scena elegante e che si parlava molto male. “Sentire quel tipo di linguaggio neanche da estrema periferia da due uomini di grande cultura…”, continua l'artista di Cellino San Marco. Senza dubbio c'è un po' di attrito tra Sgarbi e Mughini, che questa volta è riemerso. "Uno che non sopporta l’altro, mondi diversi”, ha spiegato. Ma come ha reagito Maurizio Costanzo a questo intenso conflitto nel suo show?.

Il marito di Maria De Filippi ha cercato di mediare e ha chiesto loro di scambiarsi “un segno di pace”. Ma nessuno dei due sembra essere d'accordo. Tuttavia, a causa delle telecamere, hanno deciso di darsi “un saluto con il pugno”. Albano dettaglia l'inizio della rissa, sottolineando il particolare atteggiamento di Mughini. “Stavo incominciando a rispondere, l’argomento era interessante, ma non ho fatto in tempo a proseguire che Mughini mi ha interrotto dicendo ‘gli esponenti di musica leggera non devono parlare di politica’. Ma chi cacchio sei tu per dirmi cosa devo dire io? L’ho trovato un gravissimo errore interrompermi così. Sgarbi ha preso le mie difese e poi abbiamo perso il filo del discorso”. Oggi il cantautore non ha voluto scusarsi perché era calmo. Sembra che Mughini abbia poi chiarito di non avere nulla contro di lui. Albano non può accettare una scena in cui due persone così colte si scontrassero  fisicamente. “Come uomini di cultura sono entrambi da 10 e lode, come pugili sono da zero sotto zero”, ha detto il cantante. Quindi torna alla guerra scoppiata tra Putin e l'Ucraina, ha ribadito la sua posizione. È un grande fan del presidente russo, ma non è felice di vedere “i carri armati che violentano una terra”. Sperava che il Papa facesse un miracolo, anche se oggi sarebbe "un po' difficile" raggiungere la pace con Putin.

LEGGI ANCHE>>> Maurizio Costanzo ne parla per la prima volta: "Ho sviluppato una particolare forma di malattia mentale"