Tullio Solenghi, la brutta malattia entrata nella sua vita: "Mi ha messo fuori gioco"

Tullio Solenghi è uno dei personaggi televisivi più popolari degli anni che furono. Assieme a Massimo Lopez e Anna Marchesini formava il Trio.Il famoso comico e interprete  ha parlato ai microfoni di "Ok Salute e Benessere" qualche tempo fa confessando di soffrire di una malattia che lo affligge fin dall'infanzia. In tenera età, il comico aveva già dolori lancinanti nausea e vomito. Tullio Solenghi ha detto di non essere mai stato curato da bambino per questa malattia  che lo affliggeva, non per negligenza dei genitori - ha spiegato - ma perché la diagnosi  di tale patologia nei bambini all'epoca non era contemplata ne tantomeno veniva considerata. L'unico rimedio era superare le fasi acute  con dosi più elevate di antidolorifici. Per questo, da adulto, divenne "dipendente da Plasil". Non poteva farne a meno, così iniziò a farsi le iniezioni da soli.  Tutto per sedare il dolore insopportabile.

In effetti, si tratta di una malattia infima spesso troppo sottovalutata ma che può portare fortissimi e lancinanti dolori acuti o pulsanti che solitamente iniziano nella parte anteriore o su un lato della testa. L'attacco può salire di intensità, estendersi alla regione frontale, coinvolgendo la fronte e le tempie. Stiamo parlando di Emicrania.Durante l'intervista a Ok Salute e Benessere, il comico e interprete ha detto di "essere stato così fino al 1987", quando accadde che “alla vigilia del debutto nazionale al teatro Bonci di Cesena dello spettacolo del Trio Allacciate le cinture di sicurezza, fu messo fuori gioco da un attacco di cefalea acuto”. Ho saltato le prove generali. Quel giorno a preoccuparsi più di tutti fu proprio il produttore” racconta il comico che poi aggiunge:

Intenzionato a trovare una soluzione per evitare di annullare delle repliche a causa mia, mi ha trascinato dal dottor Leonardo Wolenski, uno specialista in reumatologia molto noto in città“. Grazie all'aiuto dell' esperto, il comico e performer Tullio Solenghi  dicendo di essere stato in grado di elaborare il suo dolore e trovare unaha raccontato di aver trovato una soluzione al problema che gli stava devastando la vita. Un altro importante contributo l'ha dato la sua dieta, l'uomo infatti divenne vegetariano. Iniziando ad eliminare alcuni cibi dai suoi pasti quotidiani il comico riuscì ad evitare di soffrire di quei dolori lancinanti. Gli attacchi, racconta il comico e show man, sono quasi scomparsi.

LEGGI ANCHE: Adriano Celentano e Claudia Mori, loro figlio Giacomo è stato colpito da una brutta malattia: "Non parla più"

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Massimo Giletti, la brutta malattia entrata nella sua vita: "Dentro e fuori dagli ospedali"