Fabio Fazio, parole al veleno per lui da un famoso autore televisivo: "E' un finto buono, finge si essere quello che non è"

Bruno Voglino è uno degli autori televisivi più famosi d'Italia, e nella sua lunga carriera ha lavorato per i più famosi programmi e grandi nomi dello spettacolo, tra cui Luciana Littizzetto e Fabio Fazio. E proprio in merito a Che Tempo Che Fa, Voglino fece alcune rivelazioni in un'intervista a La Repubblica. Bruno ha ricordato l'esordio di Fabio Fazio e ha svelato che l'immagine di persona gentile e docile è soltanto apparenza, infatti il famoso conduttore sa essere anche molto duro e parecchio determinato. “Il primo provino lo fece come imitatore, a 17 anni, ma si capiva che c’era qualcosa di più. Di lui apprezzo la capacità di stare a suo agio con tutti, dal giovane comico fino al Papa. Se è buono con tutti? Macché, è un finto buono. Ha uno stile garbato, certo, a volte forse ossequioso, ma è un uomo durissimo. Sa quel che vuole e lo difende con le unghie e con i denti. E compila liste di buoni e cattivi”.

Da queste parole, si evince che l'autore televisivo Bruno Vogliano conosca molto bene il simpatico Fabio Fazio, e per questo è facile intuire che tra i due ci sia anche una certa confidenza. Eppure, nonostante questo, sembra proprio che il famoso autore per la televisione non abbia saputo vederci lungo, quando aveva dichiarato che secondo lui la coppia formata da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, che da tanti anni ormai infiamma la Rai con i suoi divertentissimi sketch, stava iniziando a stancare. Voglino aveva fatto questa dichiarazione nel 2017 a Il Giornale, quando aveva detto: “Luciana Littizzetto è una bravissima attrice. Però ormai il suo personaggio accanto a Fabio Fazio si è logorato: non ti aspetti niente di nuovo, la gente si è stancata di vederli, come si è capito anche nell’ultimo Sanremo che hanno condotto in coppia. Però Fabio è testardo e non la molla“. Eppure, a quanto pare si sbagliava, dal momento che al giorno d'oggi gli ascolti di Che tempo che fa sono più alti che mai e il pubblico non vede l'ora che passi la parola alla divertentissima e sempre pungente Lucianina.

Poi l'uomo decide di sbottonarsi anche su altri due personaggi che hanno praticamente segnato la storia della televisione italiana: il primo nome è quello del compianto Mike Bongiorno, mentre il secondo è quello del tanto amato Pippo Baudo: “Chi aveva l’ego più grande tra Mike e Pippo? Domanda tremenda! Pippo è sempre stato più intelligente dei suoi programmi. Resta un figlio della tv pedagogica: deve spiegare tutto, anche che il martedì viene dopo il lunedì, nel caso qualcuno del pubblico non lo sappia. Mike era un grande professionista, disciplinatissimo ma, come dire, un po’ più limitato. Molto rispettoso delle competenze. Ripeteva sempre: 'Se lo dici tu che hai studiato…'. Lui voleva portarmi alla tv di Silvio Berlusconi. Ne era innamorato. Mi tempestava di telefonate, mi prometteva mari e monti. Alla fine l’ho incontrato, il Cavaliere. Molto simpatico. Ma ho capito subito che il suo modello di tv avrebbe rincretinito gli italiani. – ha concluso Voglino – Ho declinato cortesemente: 'Guardi, non fa per me'”.

LEGGI ANCHE>>>  Luciana Littizzetto fuori da Che Tempo Che Fa, Fabio Fazio distrutto: cosa sta succedendo in Rai