Amici, arriva lo sfogo inaspettato di Nunzio dopo l'eliminazione: "A momenti odiavo i miei compagni, la Celentano è stata cattivissima"

Questa ventunesima edizione di Amici di Maria De Filippi si sta rivelando, come al solito, molto avvincente e ricchissima di colpi di scena. Una delle protagoniste assolute del celebre talent show di Queen Mary, che nel corso degli anni ha portato al grande successo artisti ormai celebri quali Emma Marrone, Stefano De Martino, Elodie, Alessandra Amoroso e tanti altri, è senza dubbio la maestra Celentano, che ogni anno si ritrova al centro di pesanti polemiche a causa dei suoi modi di fare spesso troppo diretti e rigidi. E naturalmente, anche quest'anno l'insegnante non si è di certo risparmiata e anche questa volta non sono mancate le polemiche nei suoi confronti. Nunzio è stato eliminato nel corso dell'ultima puntata del serale di Amici dopo aver vinto contro LDA una settimana fa. Il ballerino ha perso la sfida contro Albe.

Subito dopo la sua eliminazione, il ragazzo ha parlato del suo percorso ad Amici di e ha voluto quindi spendere delle belle parole per Raimondo Todaro e per Alessandra Celentano, la maestra che, nonostante tutto, lo ha aiutato a crescere e lo ha spinto a dare di più. “Non potevo chiedere di più da me stesso. Il Nunzio troppo sicuro di sé, troppo spavaldo, che non piangeva mai, ed invece oggi sta uscendo un Nunzio più maturo sotto tutti i punti di vista. Sono cambiato perché ci sono state persone che mi hanno fatto capire che magari in certi momenti è giusto comportarsi in certi modi, è giusto avere rispetto delle persone ed apprendere le critiche. Quelli della scuola sono tutti dei ragazzi speciali. Non c’era una persona che mi stava antipatica. Ci sono stati dei momenti che li odiavo, però poi ci divertivamo sempre. La prof Alessandra Celentano è stata cattiva con me, cattivissima, però allo stesso tempo è stata quella che mi ha insegnato di più".

Poi ha aggiunto: "Se ho trovato la forza è perché non volevo dargliela vinta. Mi ha messo in competizione con me stesso e per questo le sarò sempre grato. Raimondo Todaro è stato bravissimo. Gli voglio tanto bene e se dico quello che penso è perché lo reputo come un padre per me, nel ballo lo è stato davvero. Poi abbiamo parlato, ho capito dove ho sbagliato e da lì il nostro rapporto si è ripreso come una volta. – ha concluso il ballerino di latino americano – Adesso che torno a casa riabbraccio mia madre, sono un mammone e stavo impazzendo senza di lei. Non vedo l’ora di riabbracciare tutti”. Quello che emerge da queste parole è che questa esperienza all'interno del talent è stata di grande insegnamento per Nunzio, non soltanto dal punto di vista artistico e professionale ma soprattutto da un punto di vista umano.

LEGGI ANCHE>>> Amici serale, Raimondo Todaro dice la sua scoppia la bufera: "Sono stato frainteso"