Corrado Tedeschi, la confessione straziante: "Se mi tolgo di mezzo, non dispiace"

Corrado Tedeschi di recente, dopo un lungo periodo, è intervenuto come ospite nel collegamento audiovisivo dei microfoni di "Unomattina in famiglia", in onda su Rai Uno.  L'attore ha raccontato la sua battaglia contro il cancro al colon, tornando indietro nel tempo e ripercorrendo il lungo e travagliato percorso fino alla guarigione. Tuttavia, Tedeschi sente ancora l'etichetta di un malato oncologico, come ha rivelato in una conversazione a distanza con la conduttrice Monica Setta: “Se tu cerchi il mio nome su internet, appare ancora in abbinamento il tumore, come se la malattia dovesse accompagnarmi non so per quanto tempo. Una persona che ha sofferto psicologicamente deve essere anche discriminata dopo che è guarita? Sono discriminazioni della società, anzi, di una parte distorta della società”.

Proseguendo la sua intervista a "Unomattina in famiglia", Corrado Tedeschi ha parlato dei malati di cancro, sottolineando un fatto che ritiene molto ingiusto e ridicolo :“il fatto che non si possa accendere un mutuo o che l’assicurazione faccia della difficoltà anche a chi è guarito. Bisognerebbe rimontare il vaso rotto, come fanno i cinesi, in modo che la sua cicatrice lo renda ancora più prezioso di prima”. Il vero problema, secondo Corrado Tedeschi, è il mondo in cui viviamo e da una porzione delle persone che popolano questo pianeta, che posseggono una visione distorta e sbagliata della realtà: “Questa società è molto competitiva. Uno che ammette di avere avuto un problema del genere teme che gli altri se ne approfittino, in un certo senso. Se uno si toglie di mezzo, tutto sommato in certi ambienti non dispiace. Sono molto crudo nella mia descrizione, perciò alcune persone fanno che non parlare della loro malattia”.

Con queste parole il conduttore ha espresso tutto il suo sconforto e la sua tristezza per chi proprio non riesce a guardare aldilà della malattia, manifestando la volontà e l'impegno di chi come lui, invece, non vorrebbe fare altro che andare avanti e chiudere un capitolo fin troppo doloroso della vita. Lui ringrazia proprio le persone che gli vogliono bene, perché ha capito quanto esse siano importanti. Il cancro al colon risale al 2013. La scoperta avvenne dopo che Corrado Tedeschi si sottopose ad una colonscopia. Oggi Corrado gode di buona salute e si dedica con gioia a ciò che più ama, il suo lavoro. Prima dell'avvento dell’emergenza Covid si è dedicato in maniera proficua al teatro, riscuotendo grandi consensi in diversi suoi spettacoli.

Leggi anche: Vittorio Sgarbi, un fulmine a ciel sereno: "Ho scoperto di avere un altro cancro"
Potrebbe interessarti anche: Roberto Vecchioni, dalla dipendenza dall'alcool al brutto tumore: ecco com'è ridotto oggi