Jerry Calà, dall'enorme successo alla sparizione: "Puzzo di morto", il dramma dell'attore decaduto

È passato molto tempo da quando Jerry Calà è apparso in TV o in un film. Ma a cosa è dovuta la sua sparizione?  Jerry Calà, è uno dei volti più famosi e noti del cinema e della televisione italiana. Componente del gruppo cabarettistico I Gatti di Vicolo Miracoli agli albori della sua carriera, ha raggiunto la popolarità negli anni ottanta interpretando commedie di successo e divenendo uno dei volti più noti della commedia italiana dell'epoca. Ha interpretato anche ruoli drammatici in film di Gian Luigi Polidoro (Sottozero), Pupi Avati (l'episodio d'apertura di Sposi) e Marco Ferreri, vincendo sotto la regia di quest'ultimo il Premio del Gotha della Critica italiana come miglior attore al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1993, per la sua interpretazione in Diario di un vizio.

Jerry Calà, però, è da tempo scomparso dalla tv e dal cinema se non per una recente apparizione a Domenica In da Mara Venier, con cui è stato sposato dal 1984 al 1987.La coppia è stata tra le più chiacchierate ,all'epoca , nel mondo dello spettacolo,  per via dei ripetuti tradimenti dell’attore comico, il loro matrimonio è giunto al capolinea anche se oggi i due sono in ottimi rapporti. L’indole da farfallone dell’attore italiano è stata la ragione per cui la regina della domenica lo ha lasciato, come confessato nel corso di varie interviste della Venier. Tuttavia il loro amore è stato importante e travolgente, il tutto è nato sul set cinematografico quando ambedue si sono ritrovati a recitare in “Vado a Vivere da solo”, il primo film da protagonista dell’attore e regista.

Jerry si è poi risposato il 5 settembre 2002 con l'imprenditrice veronese Bettina Castioni, dalla quale il 16 gennaio 2003 ha avuto il figlio Johnny, apparso sotto la regia del padre nei film Vita Smeralda e Torno a vivere da solo e nel videoclip della canzone Un'altra estate che va. Tuttavia, il fatto di non essere più sulla cresta dell'onda pesa, e non poco, sulle spalle di Jerry. L'attore catanese, che ha 70 anni, ha sempre gradito i riflettori, ma non ha trovato grandi richieste da parte di registi e produttori moderni.E in una intervista su Radio 2, al programma I Lunatici, il comico ha parlato proprio della sua voglia di fare ancora cinema lanciando anche una provocazione: “Mi piacerebbe fare più cinema. Viviamo in un’Italia che rispetto ad altri Paesi è provinciale. Altrove gli attori che hanno una storia vengono tenuti da conto e coccolati, vengono chiamati per fare delle parti anche come genitori o come nonni. Qui invece si dice che uno puzza di morto”. 

Leggi anche:Paola Perego, che fine ha fatto? Svelati i motivi (serissimi) della sua 'sparizione'