Clementino vuota il sacco con Veronica Gentili: "Ho provato tutte le droghe esistenti"

Il famoso rapper Clementino, qualche tempo fa, ha confessato a Veronica Gentili, nel programma "Buoni o Cattivi" tutta la verità sul suo difficile passato, scopriamo insieme che cosa ha rivelato. Il programma Buoni o Cattivi raccontava spaccati della realtà italiana, storie vere e riprese in diretta che davano un visione tanto dura quanto autentica della verità. In uno di questi episodi, ospite speciale fu il rapper napoletano Clementino, che seguendo le linee guida della trasmissione si è raccontato senza peli sulla lingua. La puntata era dedicata a "Loro di Napoli ", incentrata sulle contraddizioni di una delle città più belle del nostro Paese, che vive , come un quadro di Caravaggio, tra luci e ombre.

Sulle mille sfaccettature di Napoli, Veronica Gentili intervista Clementino, popolarissimo rapper, talento di buona famiglia ma al tempo stesso uno “scugnizzo” che ha vissuto l’esperienza della comunità di recupero dalle dipendenze. “Da ragazzino facevo stupidaggini ma erano tutte leggere. Sono cresciuto con la fame di volere diventare per forza qualcuno e mi sono sempre rifugiato nell’arte perché sapevo che ero quello il mio habitat naturale. Il palco è la mia anima. Volevo superare il disagio mentale che era dentro di me, quello in cui sai che stai crescendo in un posto così rischioso, solo per l’aria che respiri. Io abito nel triangolo della morte, Nola è al centro tra la provincia di Caserta, Acerra e Secondigliano, e ho visto gente morire di cancro per chissà quali rifiuti speciali sono stati sepolti lì.”

Clementino si è poi lasciato a una dolorosissima confessione, un periodo che lui stesso non ha avuto paura di definire "il più buio della sua vita": “Quando ho cominciato a vivere da solo, a Roma, ho cominciato a provare le droghe, quasi tutte. Mi sono reso conto di essere arrivato al fondo quando non mi sono presentato alla presentazione del mio album. C’erano tutti i giornalisti per la conferenza stampa e io ho fatto avvisare da un mio amico che non sarei andato. Il giorno dopo è arrivato il pentimento. Quando diventi famoso, pensi di essere intoccabile e di poter fare tutto ma devi utilizzare le passioni per superare gli ostacoli. La cosa più cattiva che ho fatto è rovinare me stesso.” Inevitabile parlare con lui del mito Diego Armando Maradona, su cui dichiara: “Quando mi ha rivisto, dopo un breve incontro avvenuto anni prima, mi ha detto «ma dove eri finito?», dimostrandomi che si ricordava di me”.

Leggi anche: Stefano De Martino va ad Amici, una sua ex collega va a "Made in Sud": è guerra tra Rai e Mediaset!

Potrebbe anche interessarti :Tale e Quale Show, Malgioglio ‘critica’ Clementino: la replica del cantante è durissima