Elena Scielzo rompe il silenzio su Uomini e Donne: "Ora posso dire davvero quello che penso di loro"

Elena Scielzo non fa più parte di Uomini e Donne. In questi giorni, spiega la sua improvvisa uscita di scena. Molti telespettatori hanno notato che era assente nello studio di Canale 5 da diversi puntate. Ma cosa è successo? Perché non è più coinvolta nelle registrazioni? Elena ha detto la sua verità in un'intervista a MondoTv24. Qui, l'ormai ex dama del Trono Over si scaglia contro Armando Incarnato e Biagio Di Maro. Dopo aver discusso con loro, Scielzo non è stata più invitata a partecipare alla registrazione. In primo luogo, l'ex tronista ha voluto sottolineare di essere “un po’ delusa e amareggiata”. È felice che il pubblico possa finalmente averla apprezzata nello show. “Non si è visto perché sono andata vita”, è qui che inizia il racconto di Elena Scielzo, di quello che succede nell'ultima puntata del suo spettacolo di Maria De Filippi. “È stata tolta all’incirca mezz’ora di registrazione”, ha detto l'ex dama. Nel dettaglio, ha rivelato di essere stata lì “fino al punto in cui si vede Biagio che va al centro studio con una delle tante compagne”.

A questo punto Maria le chiede di intervenire e inizierà una discussione molto accesa. Elena a Uomini e Donne ha incolpato Biagio, sottolineando che lui diceva e faceva sempre la stessa cosa stando seduto al centro dello studio. “Però alla fine non esce mai dalla trasmissione”, ha detto di nuovo. La sua intenzione era mostrare come Biagio avesse parlato alla donna come aveva parlato a lei prima. “Da lì inizia una discussione molto accesa, per la quale sono rimasta male”, dice Scielzo. Il Cavaliere campano avrebbe  aggredito nuovamente Elena, accusandola di avere già un fidanzato a Napoli. Oggi lei ribadisce che lui è solo un amico con cui condivide la passione per il cinema. Quello che fa più male a Scielzo è la "la calunnia". Biagio le avrebbe riservato delle parole davvero brutte. In particolare, l'ha anche accusata di essere mantenuta dall'uomo in questione. Di Maro è stato poi appoggiato da Armando Incarnato, che ha rincarato la dose. A questo punto dell'intervista, l'ex Dama del Trono ha attaccato entrambi i cavalieri.

“In quel momento mi sono trovata impreparata. Quei due si erano organizzati, fanno finta di essere praticamente nemici e di litigare, ma sono il gatto e la volpe. Anche Armando ha detto cose molto brutte su di me, questo mi è dispiaciuto”. La donna dice che la registrazione è durata tantissimo tempo, ma che gran parte di essa sia stata tagliata dalla redazione. Elena Scielzo ha ammesso oggi di essere così sconvolta che quando è tornata in camerino ha immediatamente scritto alla sua referente. Non capiva perché tanta rabbia fosse diretta contro di lei. L'unica cosa che l'è venuta in mente è che Armando e Biagio “essendo due persone della Campania, hanno visto in me tipo un pericolo”. Detto questo, Elena ha spiegato alla redazione cosa aspettarsi:

“Penso che la redazione poi abbia creduto qualcosa. Ho visto dei comportamenti un po’ strani, questa è la c osa che mi ha deluso. Avevamo organizzato la sfilata, dovevo esserci anche io. Alla fine mi hanno restituito gli abiti, me li hanno spediti. Ho dovuto scrivere ‘avete ancora i miei abiti’. Non mi so dare una spiegazione, penso che abbiano pensato qualcosa a male di me. Sono single, magari avessi avuto un uomo!”. Scielzo ha fatto notare che Biagio e Armando “sono due personaggi molto particolari”. Come molti hanno detto, “non è possibile che dopo 4 o 5 anni non abbiano ancora trovato una donna”. In ogni caso, Elena ha un grande rispetto per Maria De Filippi, Rudy Zerbi e tutto lo staff. Ciononostante, ritiene che ci siano situazioni in cui qualcuno dovrebbe intervenire, cioè “quando vedi che queste persone con violenza intervengono su determinati personaggi”. Secondo Elena, “nello studio queste cose andrebbero evitate”. L'ex dama ha concluso il discorso riconoscendo di non essere adatta alla situazione.

LEGGI ANCHE>>> Tina Cipollari smaschera una volta per tutte Ida Platano e Riccardo Guarnieri: "Finalmente è finita questa pagliacciata"