Barbara D'Urso e Filippo Bisciglia a rischio disoccupazione: Pier Silvio Berlusconi usa il pugno duro

La stagione televisiva sta volgendo al termine e già si stanno valutando le prossime mosse per organizzare i palinsesti 2022/2023. C'è molto fermento in casa Mediaset, soprattutto per la voglia di cambiare rotta per alcuni programmi rispetto allo scorso anno. Piersilvio Berlusconi lo ha spiegato in modo chiaro e tagliente nell'estate del 2021, quando ha messo da parte i programmi Live - Non è la d'Urso e Domenica Live, considerando i format misti dell' "infotainment" ormai da archiviare. Il tempo dell'informazione mista al gossip più leggero e frivolo è passato, e come tale c'è bisogno di spingere per una programmazione più "pura" per quanto riguarda l'informazione, oppure incentrata esclusivamente sul mero intrattenimento E questo lo sa bene Barbara d'Urso, che si è vista strappar via le sue "creature", riuscendo a tenersi stretto soltanto Pomeriggio 5, che comunque ha dovuto abbandonare l'aspetto del gossip. Ma cosa accadrà nella prossima e imminente stagione televisiva 2022/2023?

La padrona di casa campana non è più in una botte di ferro come una volta, ma si trova invece in una situazione alquanto precaria. Il contratto con Mediaset scadrà a dicembre 2022 e le due parti sembrano al momento lontane. Barbara rischia di ritrovarsi "disoccupata" per due motivi. Il primo ha a che fare con i risultati, non più soddisfacenti come un tempo. Pomeriggio 5, dopo una partenza difficile, si è stabilizzato intorno al 14/15% di share ma è puntualmente battuto da La Vita in Diretta di Alberto Matano. Tra l'altro, ove mai si optasse per un cambio di registro, Simona Branchetti sarebbe pronta a sostituire la d'Urso nella fascia estiva di Pomeriggio 5, come già ha fatto in passato. Poi c'è il capitolo La Pupa e il Secchione: lo show è, in media, un risultato non eclatante, ma comunque in linea con gli ascolti non altissimi di Italia 1. Quindi le sue prestazioni non sono peggiori di altre trasmissioni. La verità è che alla D'Urso era stato chiesto di fare un salto di qualità necessario, sempre in termini di ascolto, ma questo salto non è mai arrivato.

Inoltre, alcune fonti ben informate ritengono che i vertici del Biscione non sarebbero affatto contenti di vedere come la d'Urso stia gestendo il programma, che, come riporta gossipetv.it non sarebbe privo di dinamiche "trash". E quindi, cosa ne sarà della d'Urso? Per quanto riguarda il rinnovo del contratto della conduttrice campana, non si hanno ancora informazioni chiare in merito, ma a quanto pare il rinnovo non sarebbe affatto scontato. Del resto, anche Alessia Marcuzzi rientra nel novero dei conduttori che hanno subito tali decisioni. Mediaset, infatti, avrebbe da tempo optato per una politica di contratti a progetto, per cui il conduttore verrebbe pagato solo per il programma per il quale lavora, prendere o lasciare. E attualmente, infatti, la Marcuzzi è assente dalla televisione già da un po' di tempo. Recentemente ci sono state voci di un forte interesse da parte della Rai nei confronti della bionda e simpaticissima conduttrice, ma sembra che le trattative siano ancora in alto mare.

Alessia rischia quindi di essere "disoccupata" altri mesi ancora. Un'altra persona che potrebbe dover restare a casa è Filippo Bisciglia: Temptation Island non dovrebbe andare in onda a giugno/luglio (ma magari potrebbe essere trasmesso a fine estate/inizio autunno). Se salta anche questo reality, anche il conduttore campano si ritroverà senza lavoro. Poi c'è anche il caso di Ilary Blasi, che sta collezionando una serie di tiepidi risultati. Dopo le dimissioni dal Grande Fratello VIP nel 2018, ha guidato Balalaika, Summer Festival, Eurogames, Star in the Star e due edizioni de L'Isola dei Famosi. Tutti programmi che hanno raccolto dati discutibili (Eurogames e Star in the Star anche due fallimenti). Anche l'attuale edizione dell'Isola è in difficoltà. Resta da vedere se ai vertici di Cologno Monzese penseranno di riaffidare, in futuro, l'incarico alla moglie di Totti.

LEGGI ANCHE: Barbara D'Urso, finisce un'era: fatta fuori definitivamente dalla collega più giovane. Rivoluzione totale e Mediaset