Albano, dente avvelenato con Amadeus: "Non gliel'ho mai perdonato"

Albano è sempre su tutti i giornali di gossip a parlare della sua situazione familiare e amorosa, il che fa di lui una delle figure italiane più chiacchierate di tutti i tempi. Dal punto di vista professionale, tuttavia, le cose non vanno sempre lisce. Come l'anno scorso, quando è stato escluso dal festival di Sanremo. Il tenore ha ammesso più di una volta di essere più conosciuto per il suo personaggio che per le sue canzoni. Tuttavia, il suo amore per la musica ha sempre trovato nuova vita e l'artista non ha mai smesso di far conoscere il suo lavoro e il suo talento. Non solo, ma ha ammesso di non essere del tutto d'accordo con la scelta fatta da Amadeus. Ovviamente, Albano fa riferimento alla scelta che anche quest'anno Amadeus ha fatto ai danni del cantante di Cellino San Marco: "Non è un brano da Albano". Insomma, di nuovo un due di picche dopo la delusione dell'anno scorso. Vediamo cosa è successo. Il conduttore Rai è stato già per tre anni di fila direttore artistico dell'importante concorso tra cantanti italiani. A lui spetta la selezione dei brani che verranno eseguiti sul palco dell'Ariston, e si è trovato ad escludere Albano dalla gara.

Nel 2021 si assiste a un Festival di Sanremo completamente stravolto: non solo per la pandemia del Covid-19, che ha costretto gli artisti ad esibirsi in una sala praticamente vuota; ma anche per i cantanti che vengono selezionati, fatta eccezione per Orietta Berti, l'unica cantante "storica" e tra quelli più conosciuti tra tutti gli artisti in gara, che sono quasi tutti giovani e "rivoluzionari". Il fatto che per esempio i Maneskin abbiano vinto con Zitti e buoni lo ha dimostrato ampiamente, trattandosi di una canzone che semplicemente non era nelle corde del festival. La scelta però si è rivelata quella giusta, visto che il gruppo musicale ha vinto anche l'Eurovision Song Contest ed è diventato l'orgoglio dell'Italia. Ma Albano avrebbe voluto gareggiare con loro. Il cantante non si è detto del tutto d'accordo con la decisione di Amadeus, dicendosi in grado di identificare una canzone che fosse giusta per il Festival di Sanremo. “E’ un brano rivoluzionario, io voglio sempre spiazzare: nel 1982, nessuno si aspettava che avrei cantato Felicità, Amadeus ha detto che non era adatta a Sanremo. Lo accetto, però dico che il Festival lo conosco, ci sono stato diciotto volte”.

Albano non è stato contento del fatto che il suo brano Il Cellulare dell'autore Despa, che è lo stesso che ha scritto anche Champagne, non sia stato scelto: “E’ una bomba. Amo la frase su cui gira tutto il testo: ‘l’orga*mo del dolore’. Parla di due che si sono lasciati, si regalano un ultimo momento di intimità, raggiungendo l’apice del piacere e del dolore”. Ma non c'è stato purtroppo molto da fare contro il volere di Amadeus... Deluso, il cantante ha anche criticato il festival per non avere avuto un pubblico in sala. “Rischia di venire come la Messa che disse, all’inizio della pandemia, Papa Francesco in una piazza San Pietro deserta: struggente, ma amara”. Intanto non è solo Sanremo ad aver deluso Albano. Anche la sua presenza a The Voice Senior non è stata riconfermata. L'anno scorso ha partecipato al programma di Antonella Clerici con la figlia Jasmine come giudice e coach. Il suo posto è passato poi nelle mani di Orietta Berti, che anche a Sanremo è stata più fortunata del cantante pugliese. Tuttavia quest'ultimo non si è arreso e ha deciso di presentarsi come concorrente a Ballando con le Stelle, ma anche qui, purtroppo, non si può dire che il suo sia stato un percorso particolarmente fortunato.

LEGGI ANCHE: Albano rompe il silenzio: "Vi spiego perché non mi sposo con Loredana Lecciso", c'entra Romina Power