"Se LDA non fosse tuo figlio...", l'affondo degli hater contro Gigi D'Alessio: colpito nel personale

Gigi D'Alessio, da quando suo figlio Luca (detto LDA) è entrato nel cast della 21a edizione di Amici, è stato spesso accusato di essere stato raccomandato. Ma qual è la verità? Essere figli d'arte non è sempre una fortuna. Nel corso degli anni abbiamo visto molti esempi di personaggi che hanno dovuto lavorare di più rispetto agli altri per affermarsi a causa del loro cognome o di qualunque sia la loro origine. In realtà, questa problematica negli ultimi tempi sta riguardando anche LDA. Da quando è entrato a far parte della scuola di Amici, è stato affermato in più di un'occasione che il giovane era stato molto aiutato dal cognome che porta, e per questo il percorso sarebbe stato più facile per lui. E per lui questo pregiudizio nei suoi confronti è stato solo un intralcio, come ha detto lui stesso durante una conversazione con il suo professore, Rudy Zerbi. Ma qual è la verità dietro alla sua cosiddetta raccomandazione? Ne ha parlato suo padre, Gigi D'Alessio.

Gigi D'Alessio ha sempre mostrato grande rispetto per suo figlio LDA, sia per il suo talento, sia per la sua capacità di vivere in modo indipendente. Di recente abbiamo visto un videomessaggio che lui gli ha mandato nel giorno del suo compleanno, anche perché i due non si possono riabbracciare da settembre. Il cantante continua ad affermare che non raccomanderebbe mai suo figlio, anche perchè, così facendo, paradossalmente non farebbe altro che ferirlo. Non molto tempo fa, lo ha detto anche in un'intervista a Fanpage, che è stata poi ripresa da tanti altri giornali. Nella stessa intervista di Fanpage, Gigi D'Alessio ha affermato che guarda sempre suo figlio e che è molto fiero di lui per quello che fa, ma non ha intenzione di invadere il suo territorio e non intende interferire con il suo operato chiedendo una mano a qualcuno per mandarlo avanti. Quindi assicura a tutti che tutto ciò che fa è opera sua.

Infine il cantante ha detto che a volte fa bene anche sbattere la testa contro il muro, quindi se succedesse anche a suo figlio non ci sarebbe assolutamente nessun problema. Ha poi concluso: “Nel nostro lavoro nessuno ti deve regalare niente. Nel mio caso è stato così”. Peccato, tuttavia, ci siano ancora alcune persone sul web che non credono a questa affermazione e affermano ancora il contrario. Ad esempio, un utente ha commentato il discorso di Gigi D'Alessio: “Gigi sii onesto su! Se non fosse stato tuo figlio nessuno lo avrebbe tenuto in considerazione. Il ragazzo non ha alcun talento, neppure nel look, per citare una cavolata, non solo, è sbruffone e pecca troppo di presunzione, anche se in certi momenti si percepisce la sua perplessità e consapevolezza di essere incapace”. È stato anche affermato che una telefonata da parte sua non era nemmeno necessario perché il cognome del ragazzo lo aveva preceduto.

LEGGI ANCHE: Gigi D'Alessio parla di nuovo di suo figlio LDA dopo la strigliata di Rudy Zerbi