Alberto Angela, il grave incidente che ha messo a rischio la sua vita: coinvolto anche un operatore

Il famoso divulgatore, figlio di Piero Angela, è stato vittima di un drammatico incidente che ha messo a rischio la sua vita. Da pochissimo, Alberto Angela è tornato sul piccolo schermo. Proprio la scorsa domenica , infatti, è iniziata una nuova stagione di "Ulisse - La gioia della scoperta". In realtà, lo scorso 25 gennaio era andata in onda una puntata del format targato Rai. Tuttavia in quell’occasione si è trattato di una replica, motivo per cui quella del 9 aprile viene considerata l’effettiva puntata inaugurale di quella che sarà senz’altro un’altra avventura affascinante nel mondo della scienza.  Si tratta di cinque gli episodi in totale, l'ultimo è appositamente riservato al futuro del nostro bel pianeta e all' attenzione per l'ecologia. Il pubblico italiano ha mostrato ancora una volta la sua fedeltà alla storica trasmissione, andata in onda nel novembre 2000.Come accennato in precedenza, il numero di persone in particolare ha superato i 3 milioni, che equivale al 15,7% dello share.

Alberto ha affrontato sfide incredibili per realizzare alcuni degli episodi del suo spettacolo. Durante la sua carriera, e anche grazie alla sua ricerca personale, questo divulgatore scientifico ha viaggiato in lungo e in largo, da luoghi idilliaci ad altri luoghi a dir poco infernali. Ma per lui,  è la passione più grande, per questo non si tira mai indietro nemmeno di fronte alle avversità più insidiose.Il figlio di Piero Angela, in un'intervista sulla pagina del prestigioso settimanale Gente, ha ricordato la tragedia di un grave incidente con la quale ha dovuto fare i conti:“Una volta io e l’operatore salimmo in mongolfiera, ma c’era molto vento e abbiamo dovuto fare un atterraggio di fortuna con un impatto al terreno così violento che è un miracolo se siamo ancora vivi. Lì ho temuto”. Tuttavia,  le cose sono andate per il meglio anche se le sue parole hanno chiarito la grande paura che ha provato in quel particolare momento.

Infatti, secondo il conduttore, avrebbe addirittura rischiato la morte, definendolo un "miracolo" che lui e l'operatore fossero saliti a bordo della mongolfiera e fossero sopravvissuti a un impatto così "violento". Questo è solo uno dei tanti incidenti che hanno fatto temere per il peggio, il suo lavoro infatti, come lui stessa ammette, è tanto bello quanto rischioso. Oltre ai pericoli scampati, al settimanale  Libero, di recente, Alberto ha voluto parlare anche del padre Piero. Spesso infatti si tende a fare paragoni, essendo entrambi divulgatori scientifici. "Nella divulgazione siamo come i centravanti di due squadre forti ma di due epoche diverse. Lui ha un approccio più giornalistico io più scientifico. Di lui ammiro la visione più globale", ha spiegato Alberto.

Leggi anche: Alberto Angela "picchiato, derubato e minacciato", la terribile disavventura del conduttore