Mario Giordano e la sindrome che gli altera la voce: quali altre conseguenze ha

Mario Giordano giornalista, scrittore e conduttore televisivo che rappresenta uno dei volti più famosi del piccolo schermo italiano. Mario Giordano è nato ad Alessandria il 19 giugno 1966 e, dopo la laurea in Scienze Politiche all’Università di Torino, ha iniziato la sua carriera in come giornalista a Il Nostro tempo, un settimanale cattolico e L’ Informazione. Nel 1996 inizia a collaborare con Il Giornale di Vittorio Feltri. Nel 1997 debutta in televisione nel programma Pinocchio, condotto da Gad Lerner. In questo caso, il giornalista ha assunto il ruolo di “Grillo Parlante”. Fin dall’inizio della sua carriera, Mario Giordano è stato molto attento all’attualità. Il 4 aprile 2000 ha assunto la direzione di Studio Aperto, che ha ricoperto fino al 2017. Contemporaneamente ha diretto i contenitori di Studio Aperto Lucignolo (molto apprezzato dal pubblico) e L’alieno.
Dopo un breve periodo come direttore de Il Giornale diventa direttore di TGcom24, il nuovo canale di cronaca integrale di Mediaset e del TG4.Dal 2018 circa ha iniziato a progettare e dedicarsi a Fuori dal coro usando come strumento uno stile di conduzione irriverente ed esagerato proprio con lo scopo di rimarcare ed evidenziare quella indignazione maturata nel tempo per gli eventi politici e la cronaca italiana.  Per quanto riguarda la sua vita privata, Mario Giordano è sposato con Paola dal 1991,  la coppia ha avuto quattro figli: Alice, nata nel 1993; Lorenzo, nato nel 1995; Camilla, nata nel 2003; e Sara, nata nel 2005. La compagna di Mario è una donna estremamente riservata, molto attenta a tenersi lontano dai riflettori per cui di lei si sa davvero poco. Una cosa però è certa dopo trent’anni di matrimonio, la moglie è stata sempre una grande sostenitrice del marito cercando in ogni modo di essere presente ad ogni sua decisione. A confermarlo è lo stesso Mario in molte interviste. Insomma anche se non è facile trovare foto in cui sono vicini e la Signora Paola non è solita farsi vedere insieme al marito, sono legati da un profondissimo sentimento d’amore e stima reciproci.
Il giornalista, oltre all’impegno professionale e al ruolo di conduttore televisivo, è noto anche per il suo tono vocale inconfondibile, talvolta oggetto di scherno. Ma vi siete mai chiesti perchè questa particolarità? Mario Giordano è affetto da una malattia genetica relativamente rara chiamata Sindrome di Klinefelter e fa parte del gruppo di patologie inerenti alle anomalie del numero di cromosomi.  La sindrome colpisce esclusivamente uomini che possiedono un cromosoma X in più rispetto ad una condizione di normalità. La sindrome di Klinefelter rappresenta la più frequente causa di ipogonadismo  nei maschi ed il quadro clinico si rende più specifico durante la pubertà. A parte il timbro molto particolare delle loro voci, questi soggetti raramente hanno peli sul viso.
Leggi anche: Mario Giordano e le voci da brividi sul suo conto: “Vita breve”, Mediaset corre ai ripari

Articolo precedenteKatia Ricciarelli racconta la sua passione per il gioco: “Vi racconto la mia vincita più grande”
Articolo successivoEva Henger, malore improvviso e ricovero d’urgenza in ospedale: le sue condizioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui