Massimo Ranieri e il dramma della moglie morta: "Le sue ultime parole prima di andarsene"

La moglie di Massimo Ranieri, Franca Sebastiani, è morta prematuramente per una grave malattia. Il loro amore fu breve ma intenso...Ecco tutti i dettagli della storia. La cantante e scrittrice Franca Sebastiani fu uno degli amori della vita di Massimo Ranieri. La loro storia fu breve, ma intensa e memorabile.  Purtroppo se n'è andata prematuramente ed è stata colpita da una grave malattia. "Mi ha detto: 'Non ti abbandonerò mai", ha detto qualche tempo fa Franca Sebastiani proprio nei riguardi di Massimo Ranieri. “Sono stati i suoi produttori che ci hanno separati, ma lui voleva vedere la bambina. Nel sentimento l’ho sempre aspettato” ha aggiunto l’artista, che fino all’ultimo momento è rimasta fedele al suo grande amore. Dopo la morte di Franca Sebastiani, Massimo Ranieri ha parlato più volte di amore in interviste, ammettendo di essersi sempre" illuso di avere più tempo", mentre nel 2015 un tumore non ha lasciato scampo alla madre di sua figlia. “Ogni volta che mi sono trovato di fronte all’evidenza che per costruire una famiglia avrei dovuto cedere qualcosa sul piano professionale, il mio istinto mi ha spinto a rimandare i nostri piani” ha raccontato il celebre cantante nel corso di un'intervista al settimanale Chi.

La storia tra Massimo e Franca si concluse quando la Sebastiani  scoprì di essere incinta: quello che doveva essere un momento felice per la coppia segnò uno dei momenti più bui della vita dell'artista napoletano dell'epoca. Giovanissimo, amato dalle donne, al culmine del suo successo musicale, rifiutò l'idea di poter divenire padre e decise di dedicarsi solo ed esclusivamente al suo lavoro e alla sua carriera. Sua figlia, Cristiana Calone, è nata nel 1971 ma solo nel 1997 l'artista l'ha riconosciuta e le ha dato il suo stesso cognome. Cristiana era molto legata alla madre, un rapporto strettissimo e un profondissimo amore. Tuttavia, Franca ha sempre parlato serenamente della sua storia con Massimo Ranieri, descrivendola sempre come quella più importante di tutta la sua vita, come un amore indissolubile e immortale. Nel libro, pubblicato prima di morire, Franchina (com’era nota) ha scritto:

“Se chiudo gli occhi rivedo il viso di ragazzino di Massimo e risento il calore del suo abbraccio. Oggi non ho paura di morire, ciò che ho provato per Massimo rivive in me in una forma pura e profonda e mi sostiene, nonostante tutto. Voglio lasciare una traccia nel cuore della gente, per questo ho scritto un libro. La decisione di liberarmi dal peso di tanti ricordi è un’esigenza irrinunciabile. Il mio libro è uno spunto per dire a Massimo quanto gli ho voluto bene. Una delle gioie più grandi è stata quando nel 1995 Massimo ha deciso di riconoscere pubblicamente nostra figlia Cristiana”.  Anche le ultime parole della donna nei confronti di Massimo sono sempre state piene d’affetto, non ripudiando mai quello che era il suo passato.

Leggi anche: Massimo Ranieri ha un "figlio" riconosciuto solo da poco: lo conoscete tutti