Antonella Clerici annuncia la morte di una collega in diretta: finisce in un brutto pianto

Una delle notizie più tragiche che hanno aperto il primo lunedì post-festivo è quella della morte di Silvia Tortora, figlia del famoso presentatore Enzo. La giornalista aveva 59 anni. Lutto nel mondo televisivo: Antonella Clerici ha di fatto aperto la puntata del lunedì di "È sempre mezzogiorno" annunciando la morte della collega. La Clerici, come tutti, aveva appreso la notizia in mattinata e a differenza di molti altri poteva dire di conoscerla bene. Per questo la popolare conduttrice non è riuscita a trattenere le lacrime ed ha chiuso l'annuncio durante il pianto. La conduttrice si è detta "confusa e preoccupata" dopo aver appreso la tragica notizia.

Indubbiamente non è un periodo favorevole per l'Italia: la variante Omicron corre e lo spettro di nuove chiusure è dietro l'angolo; il numero di persone in terapia intensiva e in ospedale per colpa del COVID aumenta ogni giorno di più e oggi in molte regioni hanno riaperto le scuole con centinaia di migliaia di studenti di nuovo a stretto contatto.

L'annuncio della morte di Silvia Tortorta era già stato dato in precende da Eleonora Daniele, che ha chiuso il suo programma "Storie Italiane" comunicando la notizia ai suoi telespettatori. L'aggiornamento è arrivato alla redazione Rai poco prima che finisse il programma mattutino di Ra Uno. Silvia non era solo la figlia di Enzo Tortora, era una giornalista stimata e se n'è andata troppo presto.

La Tortora è morta ieri sera in una clinica romana. Questo l'unico dettaglio aggiunto da Eleonora Daniele, che ha ammesso di non saperne altro. Il messaggio di Antonella Clerici è più personale: "Sono confusa e anche un po' preoccupata perché, come ha appena scoperto, è morta Silvia, la figlia di Enzo Tortora". La Clerici ha ricordato il periodo trascorso da Silvia ai tempi di Portobello, il suo Portobello e manda un abbraccio alla sorella Gaia: "Ho un ricordo bellissimo quando abbiamo deciso di fare il Portobello insieme e ce l'ho sempre nel cuore, oggi è un grande dolore per tutti noi". La conosceva bene perché avevano lavorato insieme qualche anno fa per riportare in tv lo storico programma.

Silvia era giovanissima quando decise di seguire le orme del padre, lavorando come giornalista sia sulla carta stampata che in televisione. Dalla collaborazione con Minoli, passando per Mixer, a La Storia siamo noi. Ha scritto per Epoc, condotto The Big con Annalisa Bruschi solo per citarne alcuni. A questo punto i ricordi restano, anche quelli più dolorosi che tornano alla mente. «Chiudiamo Italian Stories in silenzio, senza sigla», è stato il ricordo di Eleonora Daniele, il cui dolore è palpabile.

Il caso Tortora ha fatto molto scalpore. Il 17 settembre 1985 è stato condannato a 10 anni di carcere, per via delle accuse di altri pentiti. Il 26 aprile 1985 il pm Diego Marmo, parlando in aula di Tortora, lo definì un "cinico mercante di morte". Frasi pesantissime che hanno macchiato irrimediabilmente la sua immagine. Il 17 giugno 1983 Tortora fu arrestato all'alba come il peggiore dei criminali: aveva trascorso la notte all'Hotel Plaza di Roma. Si scoprì in seguito che era del tutto innocente, motivo per cui la sua storia è diventata un esempio perfetto di come gli errori giudiziari siano tutt'altro che impossibili.  Tristissima coincidenza: Enzo e Silvia Tortora sono morti alla stessa età: 59 anni.

LEGGI ANCHE: Antonella Clerici, shock anafilattico e ricovero in codice rosso: fan in lacrime