Luca Ward, la terribile scoperta: sua figlia ha una brutta malattia rara, ecco quale

Luca Ward è uno dei doppiatori in vita più famosi nel nostro paese. Ha dato la voce a molti attori hollywoodiani di film che sono classici del cinema e lo resteranno per sempre. Anche sui social, Ward è attivissimo e si diverte a commentare i fatti di attualità, a volte con tono ironico, altre volte più serio. Nella sua vita si è tolto molte soddisfazioni: oltre alla carriera da doppiatore di successo, è felicemente sposato da molti anni con l'attrice Giada Desideri ed ha avuto due figli. I nomi scelti sono curiosi: se Luna non è poi così raro, quanti Lupo conoscete voi che state leggendo quest'articolo? Il primogenito si chiama proprio così. Lupo e Luna.

Luna, tuttavia, è stata fonte di preoccupazione per Ward e Desideri. Lo ha raccontato il 61enne nel corso di un'intervista a Serena Bortone andata in onda ieri 6 gennaio su Rai Uno. La 12enne, infatti, soffre della sindrome di Marfan. È una malattia che colpisce gli organi che contengono tessuto connettivo, come lo scheletro, gli occhi, il cuore, i vasi sanguigni e le membrane fibrose che ricoprono il cervello e il midollo spinale.

“Quando ci è stato detto della malattia, ci siamo sentiti in colpa... Abbiamo aperto Internet e l'abbiamo letto, è stato un disastro totale. Devastante. Io ho sempre reagito bene alle avversità, ma qui non c'era molto da fare. Non ho mai detto 'perché è capitato proprio a me?': cose del genere accadono. All'inizio pensavamo che fosse colpa nostra. E' stato spaventoso".

Una storia di scoperta, drammatica: "Aveva il bacino asimmetrico, ci siamo insospettiti come genitori e abbiamo fatto un anno e mezzo di ricerche per arrivare a questa sentenza micidiale". A tal proposito, Ward aveva rilasciato un'intervista a 'Verissimo' sullo stesso argomento: "Io ho reagito molto male, mia moglie invece ha deciso di rinunciare alla carriera per seguire Luna. Ha avuto ragione lei". Il doppiatore ne he parlato dettagliatamente nella sua autobiografia, "Il talento di essere nessuno", uscita a marzo del 2021.

"Chi è affetto da questa patologia ha anche una predisposizione alla miopia grave con possibile distacco del cristallino, ma nel caso della Luna l'incidenza più alta è nell'apparato scheletrico”. La povera figlia di Luca Ward è costretta a indossare un busto per 23 ore al giorno, e quindi di fatto non conduce una vita normale rispetto ai suoi coetanei. Oggi la famiglia Ward è riuscita in qualche modo a metabolizzare quanto accaduto imparando a convivere con questa grave malattia.

Luca Ward ha deciso di parlarne per sensibilizzare sull'accaduto: “Queste sono questioni molto private e dovrebbero rimanere tali ma visto che la ricerca scientifica sta facendo progressi, penso che dobbiamo sensibilizzare più persone possibili”. E per dedicarsi al meglio alla cura della figlia, Giada Desideri, moglie e madre della bambina di Luna Ward, decise di lasciare il lavoro, non dimenticando altri problemi:" Nella prima fase della malattia di Luna, per esempio sono diventato iperprotettivo nei suoi confronti e ho trascurato un po' Lupo", ha ammesso.

LEGGI ANCHE:
Luca Laurenti: Ecco come ha superato la sua grave malattia!