Sanremo 2022, clamoroso: Gianni Morandi squalificato? Ecco cosa ha combinato | Amadeus infuriato

Manca meno di un mese all'inizio del Festival di Sanremo. Martedì 1° febbraio 2022 avrà luogo la prima serata della kermesse più famosa della musica italiana. Inizia quindi da questa settimana la fase calda, ora che l'Epifania porterà tutte le feste via. Si dice che non sia Sanremo senza le polemiche che lo precedono. Quest'anno, forse per le preoccupazioni legate alla variante Omicron, i toni sembrano più bassi rispetto al passato. Ma a 28 giorni dall'inaugurazione, le acque iniziano a muoversi.

La polemica della settimana è senza dubbio quella che vede protagonista Gianni Morandi. L'eterno ragazzo di Bologna non partecipava come concorrente al festival da più di 50 anni. Cos'è successo? Ieri, per pochi minuti, sulla sua pagina Facebook è comparso un video backstage in cui si sentiva piuttosto chiaramente "Apri tutte le porte", il brano che il cantante bolognese canterà all'Ariston. Ora, chiaramente, il filmato è stato eliminato ma migliaia di persone che lo seguono sui social lo hanno visto e soprattutto sentito.

Come noto, il regolamento di Sanremo è chiaro su questo punto: è vietato divulgare anche pezzi brevi dei brani inediti che verranno presentati al festival. Il rischio è che qualcuno sia stato furbo e rapido e abbia scaricato il video e lo possa condividere su Internet. Ciò, se venisse applicato il regolamento, porterebbe alla squalifica del cantante che lo ha divulgato in anticipo. Purtroppo volutamente: Morandi non è stato vittima di un reato informatico, è stato lui stesso a pubblicarlo sulla pagina Facebook.

Qualcuno scrive che, forse, la canzone non è "Apri tutte le porte" e che Morandi sia salvo ma chi lo ha ascoltato giura che la proposizione "apri tutte le porte" si sente distintamente più di una volta. C'è un precedente: nel 2021 Fedez e Francesca Michielin furono a un passo dalla squalifica perché il rapper postò per errore nella sua direttamente Instagram un frammento di una prova in studio in cui si sentiva chiaramente il brano Chiamami per nome. In quel caso sono stati pochissimi secondi. Dopo una lunga discussione con Amadeus e i vertici della Rai, è stato deciso che non c'erano i presupposti per la squalifica. Su Gianni Morandi non si sa ancora se ci saranno conseguenze. Di certo Amadeus si sarà infuriato: il regolamento è semplice, eppure per il secondo anno consecutivo un cantante (tra l'altro tra i più attesi) lo vìola.

Leggendo su All Music Italia, abbiamo trovato alcuni pezzetti d'informazione sul video ora rimosso. Chi lo ha visto sostiene che sia una sorta di documento sulla nascita di una canzone della durata di 13 minuti. Al fianco di Gianni Morandi sono apparsi Jovanotti (autore della canzone) e Mousse T (produttore), e in sottofondo si sentiva chiaramente l'intera canzone in gara a Sanremo 2022, "Apri tutte le porte".

In una parte del video, Morandi chiede al produttore che tipo di canzone fosse e Mousse T. risponde: "È musica classica, piena di sentimento, con molta energia...". Gianni risponde: "Assomiglia molto ai brani classici ci Wilson Picker, i Blues Brothers...". Il video mostra anche come Jovanotti aiuta l'artista a interpretare la canzone. Insomma, per usare un anglicismo, è un bel "leak". Fedez l'anno scorso se la cavò perché spoilerò pochissimi secondi. Con Gianni Morandi potrebbe non essere lo stesso e il cantante bolognese è a fortissimo rischio squalifica. A brevissimo sapremo cos'avrà dediso la direzione artistica del Festival.

LEGGI ANCHE: Sanremo 2022: Fiorello ci sarà? Parla Amadeus!