Massimo Ranieri: "Dopo la tragedia sogno ancora di..."

Massimo Ranieri si racconta in una lunga intervista e si lascia andare alle confessioni più intime.

Massimo Ranieri, pseudonimo di Giovanni Calone (Napoli, 3 maggio 1951), è un cantante, attore, conduttore televisivo e regista teatrale italiano.

Principalmente è attore di teatro e cantante di musica leggera, ma si è prodotto per un certo periodo anche nel cinema, come attore protagonista con pochi ruoli, e occasionalmente nel doppiaggio e anche ballerino. Con più di quattordici milioni di dischi, è tra gli artisti italiani che hanno venduto di più nel mondo. Durante la sua carriera ha pubblicato 31 album (di cui 23 in studio, 4 live e 4 raccolte) e 36 singoli.

Per quanto riguarda la vita privata, Massimo Ranieri è stato sentimentalmente legato a Franca Sebastiani (deceduta il 27 maggio 2015). Un amore importante da cui, il 6 luglio del 1971, è nata la figlia Cristiana Calone. Ai tempi lui era giovanissimo (aveva solo 19 anni) e per moltissimi anni non ha avuto rapporti con la figlia.

Nel 2007, però, ha deciso di riallacciare i rapporti e, addirittura, di presentarla al suo pubblico (a sorpresa!).

In passato è stato legato all’attrice Barbara Nascimbene, deceduta il 17 settembre 2018. “Se n’è andata una donna e una mamma meravigliosa. Sono vicino alle sue splendide figlie con tutto il mio affetto. Ciao Barbara, non ti dimenticherò mai, ha scritto sulla sua pagina Facebook l’artista per ricordarla.

Non mi vergogno a dire che sono pieno di ferite – racconta in un’intervista a Il Corriere della Sera -. Ma certo ho vissuto anche momenti meravigliosi. È che i ricordi belli non tornano e quelli brutti ti fanno stare male. Il dolore sta lì acquattato e quando hai un momento di debolezza, eccolo riapparire. Penso a quando ho perso i miei genitori, i pilastri della vita che non si possono sostituire, o alla morte di mia sorella“.

"Oggi sarei il padre perfetto", afferma l'artista settantenne. Che segue la  lunga carriera e vita privata in questa intervista: “Sono pieno di ferite, ma ho anche vissuto momenti meravigliosi”

L'artista settantenne, all'anagrafe Giovanni Calone, ricrea la sua vita straordinaria e coraggiosa, tra palcoscenico e realtà, gioie e ferite. E se Perdere l'amore, con cui vinse Sanremo nel 1988, resta la sua canzone più famosa, sarà perché tante volte ha perso l'amore. "Ma ho scelto la mia vita", dice in questa intervista. In cui rivela anche di sognare ancora una famiglia, figlio: "Oggi sarei il padre perfetto"