L'aggressione a Linda Batista, l'attrice racconta tutto in Storie Italiane

Le immagini di ieri del viso purosangue di Linda Batista hanno colpito tutti. Oggi l'attrice ha raccontato a Storie Italiane cosa è successo. È stato un attacco femminile omofobo, è iniziato tutto da lì, ma l'unica intenzione di Linda Batista era difendere il ragazzo.

È successo a Dubai mentre erano a una festa, un episodio assurdo, incomprensibile. È ancora nervosa perché si rende conto di quello che è successo solo ora. A proposito di Storie, Italiane spiega che ha cenato con un gruppo di italiani, poi sono andati a una festa di compleanno e lì un ragazzo molto simpatico è stato vittima di omofobia da parte di alcune donne.

Lo hanno spinto e Linda Batista è intervenuta in quel momento, si è avvicinata, quindi c'è stato un attacco.Quando l'attrice brasiliana si è avvicinata, hanno anche spinto e le hanno dato una bottiglia di vetro sulla testa. È svenuta ed è caduta sul tavolo.

L'inconscio era ancora furioso con lei. Le hanno poi raccontato di essere stata colpita di nuovo in faccia con le scarpe, con i tacchi alti, mentre era ancora a terra. Linda Batista si è svegliata in ospedale: "Se non fosse stato per il mio compagno avrei dissanguato a morte.

Poi, in ospedale, mi sono stati fatti 45 punti sul viso in anestesia locale. Ho sentito tutto…”. L'anestesia non l'ha aiutata a sentire il dolore, ma non è la parte peggiore del suo assurdo episodio.

È per lavoro a Dubai e continua a dire che la polizia ha immediatamente arrestato il responsabile dell'attentato, ma che ora è latitante è stato rilasciato poco dopo. Ringrazio la compagna e chi l'ha aiutata. È assurdo, voleva solo difendere quel ragazzo che non conosceva e che non ha mai più rivisto.

Lascia un commento