Gina Lollobrigida commuove lo studio di Domenica In:" Ho il diritto di morire in pace"

Nella puntata di domenica 21 novembre 2021 di Domenica In , tra i primi ospiti c'era Gina Lollobrigida. Le sue parole a Mara hanno commosso tutto lo studio, durante la diretta.

 Gina Lollobrigida, 94enne combatte da anni per una questione legale, nell'ottobre dello scorso anno suo figlio ha ottenuto un tutor di sostegno da un giudice, che l'attrice rifiuta.

Tutto è cominciato quando nella sua vita è entrato Andrea Piazzolla, 34enne che amministra i suoi beni e che vive insieme alla figlia a cui ha dato il nome di Gina, nella casa della diva.

Secondo il figlio della Lollobrigida, Milko, Andrea avrebbe preso il comando pieno dei suoi beni e sta raggirando da anni l'attrice per potersene approfittare. Milko ha addirittura mosso un'accusa formale di circonvenzione di incapace nei confronti del Piazzolla.

D'altra parte Gina, ha confessato a Mara che Andrea è l'unica persona di cui si fida , che l'ha sempre difesa e si prende cura di lei ogni giorno e che è l'unica persona che la rende felice.

Mara, che era già a conoscenza dei fatti, ha intervistato la donna e ha capito subito che qaulcosa stavolta non andava. La Lollobrigida infatti era affaticata e con gli occhi tristi. La venier le ha chiesto più volte durante la trasmissione " Cos'hai? sei stanca vero?"

Gina che è da sempre una combattente, ha risposto di no ma i suoi occhi dicevano una cosa diversa. La donna si è detta stufa di questa situazione e ad un certo punto è crollata con le lacrime agli occhi e ha dichiarato" Ho il diritto di vivere ma ho anche il diritto di morire in pace".

Queste parole hanno colpito il cuore di Mara e di tutti i presenti in studio, tanto che la conduttrice ha voluto sedersi, a terra, accanto a lei per tutto il tempo. Zia Mara inoltre ha detto che sperava tantissimo che i parenti stessero vedendo la trasmissione e che si rendessero conto del grande polverone, inutile.

Presente, in videochiamata, nello studio c'era anche l'avvocato della Lollobrigida, Antonio Ingroia.

Il difensore è deterinato a fare giustizia ed ha dichiarato: “Gina Lollobrigida è la bandiera della nostra Italia e le bandiere vanno protette, onorate e difese, non si possono indignare. "

La Lollobrigida si è già trovata in una situazione infelice quando il suo ex compagno, Javier Rigau, ha provato a raggirarla e a mettere su un matrimonio con lei senza il suo consenso. Il matrimonio , oggi non ha più valore ed è stato anche annullato dalla sacra Rota.

L'avvocato Ingroia ha voluto esprimersi anche su questa vicenda dicendo che l'eredita della Lollobrigida sarà protetta e che bisogna mettere il punto a tutta quest'ipocrisia.

"Se volessero il bene di Gina Lollobrigida, dovrebbero astenersi da tutte quelle iniziative che portano solo dolore»

La donna è stata giudicata come incapace, ma l'avvocato rivolgendosi a Mara ha fatto capire che non è affatto così: "La donna con cui parli sembra una donna vaga, incapace o non lucida?"

Non sappiamo che cosa accadrà ma siamo certi che, la bersagliera, come la chiama Mara, avrà le forze per poter affrontare anche questo durissimo attacco.

Lascia un commento