Quattro aborti, Simona Marchini e Ciccio Cordova ricordano il dolore che ha distrutto il matrimonio

Il dolore può unire una coppia o distruggere un matrimonio, e per Simona Marchini e Ciccio Cordova gli aborti hanno portato il loro amore al divorzio. Ospite di Oggi è un altro giorno, Marchini ha parlato dei suoi dolori, del suo primo matrimonio, dell'amore tossico, di una bellissima storia d'amore con Ciccio Cordova, ex giocatore della Roma, ex marito. “Quattro aborti al quinto mese, ho risposto con tutta la volontà e l'entusiasmo della mia giovinezza, perché volevo una famiglia per mia figlia.

Mi sono dedicato interamente alla mia famiglia, volevo che mia figlia avesse un papà e questo papà era un bravo papà. Ciccio Cordova ha avuto il merito di questo affetto, è entrato nella mia vita con molta grazia”. Simona Marchini vorrebbe avere più figli, ma la tragedia era inspiegabile, perché anni fa non cercavano la trombofilia, ora è semplice, ma prima non si capiva perché sua figlia l'avesse partorita e altri no.

"Non lo auguro a nessuno, è un infortunio gravissimo e poi non potevo arrendermi, ero devastato, ero devastato, anche perché sono rimasto a letto per altri 5 mesi". Una vera sorpresa per Marchini, le scene con protagonista il suo ex marito, Ciccio Cordova, è il suo unico ex marito. Parla anche di questo dolore, di bambini che non nascono.

L'ex capitano della Roma è convinto che se avessero avuto un figlio insieme, non si sarebbero mai separati. Confida che il dolore abbia distrutto tutto perché si è innescato il meccanismo di colpa. Simona aveva una figlia, lui no, nonostante l'amore che non riuscivano a superare insieme questo dramma.

Desideravano tanto un bambino, ma soprattutto l'ultimo aborto li ha tenuti lontani per sempre, ancora oggi si amano, si vede, sono ancora molto legati. Cordova era anche il padre della figlia di Simona.