Un'amicizia che non conosce fine: il cane Max e il gatto Ralphee

Quella che raccontiamo è una storia di amicizia molto speciale e particolari. I protagonisti di questa storia non sono uomini bensì animali e nello specifico un cane e un gatto. In molti diranno impossibile, altri resteranno a bocca aperta. Ma vediamo i dettagli. E' stata resa virale la storia, anzi l'amicizia tra il cane Max e il gattino Ralphee. Ciò che rende la storia ancora più commovente è la grave malattia del gatto. Ma che è stato il motivo che ha fatto nascere l'amicizia. Tutto è iniziato quando Max insieme al suo padrone ha trovato sul ciglio della strada un gatto solo e abbandonato. Il gatto aveva degli evidenti segni di sofferenza che, hanno fatto scattare subito nel cane e nel suo padrone la decisione di tenerlo con sé.

Dopo averlo portato dal veterinario, l'uomo ha scoperto che il gatto era malato, un disturbo neurologico. Il cane gli aveva salvato la vita portandolo con sé. Il padrone ha deciso così di aprirgli le porte della sua casa, donandogli cure amore ed anche un fratello maggiore Max. Nel corso del tempo tra i due si è instaurato un legame molto profondo che, nessuno si sarebbe mai immaginato, tantomeno il padrone. Il cane non lo ha mai lasciato solo, nemmeno per dormire. Avrebbe fatto qualsiasi cosa per proteggerlo.Nel tempo però la malattia ha finito per progredire e le condizione del gatto sono peggiorate. Il gatto soffriva troppo, la malattia lo invalidava e per questo motivo il padrone ha dovuto prendere la difficile decisione di abbatterlo seppellendolo nel loro giardino.

La loro amicizia non è stata solo terrena però Max va a trovarlo tutti i giorni come faceva quando il gatto era in vita. Anche il cane, tuttavia, ha iniziato ad avere vari problemi di salute con l'età. Tre 3 anni anche Max . Una storia davvero commovente che ci dimostra come i nostri animali non sono poi diversi dagli uomini, anche loro hanno dei sentimenti che vanno rispettati, anche loro come tutti gli esseri umani vogliono una casa e tanto amore.

Lascia un commento


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/primoarticolo/public_html/wp-includes/functions.php on line 5107

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/primoarticolo/public_html/wp-content/plugins/really-simple-ssl/class-mixed-content-fixer.php on line 110