Valentina Ferragni mostra la cicatrice, invita tutti a prestare attenzione: era uno strano brufolo

Il messaggio di Valentina Ferragni non è una semplice esibizione, questo strano brufolo che ha tolto qualche giorno fa, la cicatrice sulla fronte, richiama l'attenzione su qualcosa di molto più serio. Ferragni ha raccontato la sua storia e lo ha fatto perché tutto è iniziato con un normale brufolo. Tutti hanno un brufolo, anche sul viso, ma non solo.

Valentina Ferragni, come avrebbe fatto chiunque, pensava fosse una cosa stupida, un semplice brufolo che disturbava più di ogni altra cosa perché troppo visibile sul viso, difficile da nascondere con il trucco. Invece era un vero problema. Non sa ancora cosa sia, in attesa dell'esito della biopsia, ma sembra calma.

La cicatrice ovviamente è ancora evidente, i punti sono diversi, ma c'è dell'altro a cui pensare e il messaggio è chiaro, perché quasi nessuno penserebbe di controllare quello che sembra un banale brufolo. "Quattro giorni dopo l'intervento... ho, volevo raccontarvi la mia storia, perché tutto è iniziato con un normale brufolo ed è cambiato in peggio durante l'anno, all'inizio pensavamo fosse una cosa semplice, stupida e don 'Non preoccuparti', scrive in The Post Office, la sorella di Chiara Ferragni. “Probabilmente il 99% di voi con il mio problema rimarrà solo il MIO problema, ma forse questo 1% deciderà di vedere un dottore per mostrarvi questo strano brufolo che per qualche motivo non va mai via. Instagram non è solo viaggi, moda, amore, politica, cose belle e cibo, è anche vita REALE, problemi REALI e persone REALI ”e questa non è la prima volta che parla dei suoi problemi di salute.

I social network servono anche a questo scopo. È importante controllare te stesso, anche un brufolo che è fermo e in realtà sta peggiorando dopo molto tempo. La paura per lei è finita, dopo aver tolto il brufolo, sembra ovvio che non sia niente di grave.

Lascia un commento


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/primoarticolo/public_html/wp-includes/functions.php on line 5107

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/primoarticolo/public_html/wp-content/plugins/really-simple-ssl/class-mixed-content-fixer.php on line 110