Roma 14 nnovembre : La manifestazione a sostegno di Piera Maggio

La manifestazione che si è tenuta ieri a Roma portata avanti da Piera Maggio a sostegno della non archiviazione del caso sulla scomparsa di sua figlia Denise Pipitone ha visto il sostegno di centinaia di persone. Nonostante il maltempo in tanti si sono radunati in piazza. La lotta e la perseveranza di Piera Maggio sono il grido di aiuto nei confronti di una giurisdizione a volte assente. Quello di Piera Maggio non è l'unico caso. La storia di sua figlia Denisa ha tenuto l'Italia con il fiato sospeso. Era il 2004 quando la bambina di Mazzara Del Vallo venne rapita e non ha fatto più ritorno . Le indagini che si sono susseguite negli anni sono state tantissime,non pochi mesi fa c'è stata una ricostruzione del volto che la bambina ora avrebbe ma è delle ultime ore la probabile decisione di archiviare il caso.

Come affermano i genitori la bambina è stata rapita e non è possibili limitarsi ad archiviare il caso c 'è bisogno di verità.Attraverso i loro legali, Piera e Pietro Pulizzi, hanno presentato opposizione all'istanza alla Procura.Nonostante rispettino la decisione del gip chiedono che si sappia cosa è accaduto quel giorno di 17 anni fa.La manifestazione è dimostrazione dell'importanza di non dimenticare, di non lasciare in semplici fogli la vita di un essere umano.  All'evento ha partecipato anche Pietro Orlandi, fratello di Emanuela Orlandi, scomparsa nel 1983 all'età di 15 anni.Come Denise anche sua sorella è stata rapita e il caso ancora oggi resta un mistero. Un urlo di aiuto quello che è venuta dalla piazza ieri 14 novembre. L'udienza preliminare per il caso di Denise Pipitone si terrà il 23 novembre.

Lascia un commento