U.S.A, Adolescente rapita si salva grazie al segnale imparato da TikTok

Una sedicenne è stata ritrovata e salvata dopo due giorni di ricerche grazie al "gesto delle quattro dita" imparato su TikTok.

In Kentucky una ragazzina di soli 16 anni era stata rapita da un soggetto ignoto, dopo la denuncia dei genitori, gli agenti hanno iniziato le ricerche ma non vi era alcuna traccia dell'adolescente.

La 16enne è stata salvata, ritrovata all'interno di una Toyota grigia, di proprietà di un 61enne. La ragazza è stata messa in salvo grazie al gesto imparato sul social network di Tik Tok, infatti si trovava sul sedile dell'auto quando il veicolo si è fermato al semaforo e lei ha prontamente fatto il gesto delle quattro dita all'automobilista che si trovava dietro di lei.

L'uomo ha subito chiamato il 911 e i soccorsi riconoscendo il segnale, " Sembrava davvero in pericolo" ha poi dichiarato agli inquirenti.

La ragazza è stata rapita da un uomo di nome James Herber Brick, sul quale non sono ancora state divulgate molte informazioni. L'uomo l'avrebbe trasportata per un lungo tratto, la ragazza ha raccontato alla polizia  di aver viaggiato per almeno quattro stati, Carolina del Nord , Tennessee, Ohio e Kentucky ,prima di essere messa in salvo.

Brick è stato accusato oltre che di rapimento e sequestro di persona anche di possesso di materiale pedopornografico. Gli agenti infatti, nel momento del fermo hanno ritrovato sul cellulare di sua proprietà ,una grande quantità di foto e video pornografici relativi a minorenni.

Il gesto è stato creato dalla Canadian Women's Foundation, come strumento di segnalazione per le donne vittime di violenze domestiche, da usare in casi di pericolo e in situazioni in cui non è possibile parlare o chiedere aiuto.

Il segnale si è molto diffuso sui social,  soprattutto nel periodo del confinamento in casa  obbligatorio durante la pandemia dovuta al virus del Covid, e ha preso il nome di Signal For Help. Molto donne infatti durante il periodo di lockdown hanno utilizzato il gesto per indicare che si trovavano in una situazione non sicura o di pericolo, utilizzandolo in videochiamate o in foto e stories.

Ricordiamo che proprio in quest'ultimo periodo, le segnalazioni per abusi e violenze domestiche sono salite drasticamente. Il fenomeno si era già osservato all'inizio della pandemia ed è poi progressivamente aumentato. In Italia nel 2020 c'è stato un incremento del 19%.

Grazie alla popolarità del Tiktok SOS, che la stessa giovane ha spiegato di aver imparato sul social, la ragazza  è riuscita a salvarsi e il 61enne, che oggi è in custodia cautelare in attesa della formalizzazione delle accuse, è stato fermato.

 

 

Lascia un commento