Leopoldo Mastelloni, dal successo cinematografico al suicidio: "40 sonniferi e..."

Leopoldo Mastelloni racconta il suo passato, passando dal successo al cinema fino al suicidio: queste le sue tragiche parole Leopoldo Mastelloni ha alle spalle una carriera davvero unica. L'attore, regista e cantante napoletano compirà 70 anni a luglio del prossimo anno. Nonostante la sua vecchiaia, i suoi ricordi sono ancora chiari, può raccontare il suo passato, raccontando aneddoti della sua giovinezza, ci sono stati così tanti disagi per lui in passato che sono presenti anche nel presente.

. Irritato, l'attore ha ammesso di essere sul marciapiede. Le sue parole seguono quelle di Orietta Berti, che ha discusso di quanto gli è successo.

Dal grande successo al cinema, passando per la disperazione, la depressione e infine il tentato suicidio, Mastelloni confida di essere riuscito a mantenere la sua casa in affitto grazie all'aiuto di tanti amici che gli hanno prestato dei soldi, permettendogli di non essere praticamente lasciato per strada . Ha poi precisato a tal proposito: "Ora mangio solo quello che offrono i supermercati in offerta speciale, e se non avessi avuto ad aiutarmi Barbara Mastroianni, la figlia di Marcello, non so come avrei fatto". spiega le cause della sua attuale povertà: "Purtroppo solo dopo il pensionamento ho saputo che questo sarebbe stato calcolato sulla base dei contributi degli ultimi tre anni, che nel mio caso e in chi svolge il mio lavoro sono nettamente limitati, perché obblighi e chiamate con l'età.

La prima busta paga però l'ho fatta nel 1965, e dal 1968 in poi, per un lunghissimo periodo di lavoro in Rai, ho pagato molte quote tramite loro». “Dopo 50 anni di lavoro e contributi prendo una pensione di 625 euro al mese. Se non avessi amici che mi aiutassero a pagare l'affitto, prenderei 40 sonniferi e me ne andrei: penso sempre di più a farla finita»: parole che tolgono il fiato.

Nessuno si sarebbe aspettato da lui una situazione del genere.

Lascia un commento