Alberto Matano, il racconto del dramma vissuto da bambino: la confessione del conduttore

Recentemente, un presentatore televisivo ha detto per la prima volta di essere rimasto traumatizzato nell'adolescenza molti anni fa quando lo ha visto come un eroe in prima persona. Purtroppo non è sicuramente un ricordo piacevole, ma qualcos'altro, perché quello che ha vissuto può essere descritto come un vero e proprio trauma. Attualmente Alberto è uno dei presentatori Rai più apprezzati dal suo pubblico natio, che vede in lui una grande professionalità e un certo stile che lo distingue da molti suoi colleghi.

La trasmissione da lui condotta è ancora molto apprezzata, raggiungendo picchi di partecipazione che qualche tempo fa sarebbero sembrati solo utopie e intoccabili, cosa che è stata più volte confermata dai vertici della televisione di Stato, che su di essa vogliono puntare. anche per le stagioni a venire. L'argomento di cui abbiamo parlato poco prima che Matano facesse la sua clamorosa confessione è la recente bocciatura finale del tanto discusso DDL Zan.

Questo verdetto è stato salutato da molti come una vera battuta d'arresto quando si tratta di diritti civili, e diverse celebrità hanno manifestato chiaramente la loro indignazione davanti alla scena di un folto gruppo di parlamentari che hanno persino esultato alla vista della notizia. il favore di diversi suoi colleghi, rilasciando una dichiarazione che ha scioccato sia i presenti nello studio televisivo sia tutti i telespettatori che hanno visto il programma in quel momento. Quando era poco più che un bambino, Alberto fu vittima di episodi omofobici: “Devo dire che storie del genere mi fanno particolarmente arrabbiare.

Visto che è successo anche a me quando ero adolescente, l'ho sentito sulla pelle, quindi so cosa significa”, sono parole sorprendenti di una giornalista seguite da un messaggio di speranza.

Lascia un commento