Il cane abbandonato: i suoi allevatori l’hanno cacciato perché “diverso”

Il cucciolo Sampson aveva solo cinque settimane quando il veterinario gli diagnosticò una grave infezione al cervello; i volontari  non credevano che sarebbe sopravvissuto. Ma scopriamo insieme questa triste storia. Sampson è stato allontanato dai suoi allevatori perché non cresceva come il resto dei suoi fratelli, aveva una testa grande. Qunado i volontari l’hanno trovato era così gonfio per l’infezione che i volontari non riuscivano nemmeno a prenderlo. Sin da subito il veterinario ha fatto un ciclo di antibiotici, una nutrizione endovenosa ed una trasfusione di sangue. Infatti  solo quando il fluido arrivò al cervello Sampson iniziò a guarire. Nonostante la sua salute e le pessime condizioni in cui viveva, il cucciolo ha continuato a lottare contro tutte le aspettative.
È sopravvissuto all’infezione, ma purtroppo ci sono state delle conseguenze. L’emisfero sinistro del suo cervello è stato danneggiato in modo permanente. Oggi Sampson  ha difficoltà a gestire le emozioni e mostra un comportamento un po’ “particolare”, (un esempio è il suo”skołko”,così è stato chiamato dai volontari) il cucciolo infatti fa capriole eccitato e sebbene non possa controllarlo, è sotto la cura di un neurologo certificato che ha assicurato che nonostante le più temute aspettative non potrà mai ferire nessuno. Anche se la sua vita gli riserverà delle sfide il cucciolo è in grado di vivere in modo normale. Fortunatamente sta ricevendo amore e cure, conquistando i cuori anche sui social. Tante le richieste di adozione ma la decisione dei volontari è stata quella di tenerlo al rifugio. I suoi allevatori sono stati denunciati e la loro attività è stata definitivamente chiusa.
Una storia a lieto fine che a lasciato tutti felici , soprattutto Sampson.
 

Articolo precedenteAnticipazioni Una Vita: Felipe, Velasco lo vuole morto
Articolo successivoChiara Ferragni, la figlia resta in ospedale: la richiesta disperata dell’influencer

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui