Un uragano devastante colpirà l'Italia oggi pomeriggio: ecco chi è in pericolo

Non a caso, dopo una lunga estate che non solo ha visto record storici di oltre 48°C di caldo in Sicilia nella battuta Siracusa, ma soprattutto ci ha fatto sopportare 3 mesi consecutivi di temperature sopra la media in tutto il Paese.

Nel Mediterraneo le acque superficiali dei nostri mari sono ancora molto più calde del normale e agiscono quindi come un enorme serbatoio di energia per qualsiasi sistema perturbato.

Nelle prossime ore, il potente anticiclone atlantico si sposterà più a est sulla Russia, e in risposta, nuove raffiche di vento scorreranno lungo l'estremità orientale della camera di alta pressione, raggiungendo quasi ininterrottamente il Mar Tirreno, dove entro domenica sera a causa della si approfondiranno i contrasti che scateneranno l'occhio profondo del vortice ciclonico, tuttavia, questa struttura di pianura susciterà molte perplessità, non solo per la sua profondità in termini di mbar o hPa, se preferite, ma soprattutto per via del cuore caldo , come nei cicloni tropicali; per questi motivi tali circuiti uragani quando sorgono nel Mediterraneo vengono chiamati MEDICANE, dall'unione di 2 parole inglesi MEDI (terranean) + (Hurri) CANE Domenica sera e notte in Basilicata;

Nella notte da domenica a lunedì e lunedì le piogge abbondanti non si fermeranno su Catanese, Catanzarese, Crotonese, Materano e causeranno allagamenti nella Calabria ionica, con riserve fino a 500 litri per metro quadrato, accompagnate da raffiche di vento di 90 km/ h di più.

Lascia un commento