Michael Schumacher, ecco la foto! “Ferrari sbiancata dalla paura”

Un giornalista brasiliano ha reso pubbliche alcune immagini che ritraggono Michael Schumacher e che la Ferrari temeva da tempo
Sono tre le immagini che ritraggono Michael Schumacher, scattate nel 2003, ma che per molto tempo a venire hanno letteralmente popolato gli incubi dei piani alti della Ferrari.
Il motivo è semplice da spiegare: Schumi, all’epoca il massimo campione del Cavallino Rampante, era ritratto in quelle fotografie in una veste davvero imbarazzante. E che, si ipotizzava a Maranello, avrebbe potuto mettere in imbarazzo l’intera azienda e danneggiarne l’immagine.
Oggi, diciotto anni dopo, il giornalista Flavio Gomes, all’epoca marito, ha reso pubblica la donna che li ha realizzati: Thais Lessa Carnero. E viene quasi da ridere al pensiero che quegli scatti che per tanto tempo hanno terrorizzato la Rossa non mostrassero altro che Michael vestito da matrimonio, che ballava scherzosamente con il suo allora compagno di squadra Rubens Barrichello.
A raccontarlo è lo stesso Gomes: ” Thais, mia moglie all’epoca, era con una piccola telecamera analogica 135. Ha scattato tre foto e ha continuato a divertirsi, come tutti noi. Era solo il resoconto di un momento felice. Non me ne sono nemmeno accorto quando ha scattato le foto “, queste sono le sue parole, riportate da Fanpage.
Ma il peggio doveva ancora venire: ” Il giorno dopo però l’addetto stampa della Ferrari Luca Colajanni è venuto da me terrorizzato: ‘Flavio, Flavio, santo cielo, hai fotografato Michael vestito come un matrimonio?’ Chiese. ‘Non io, ma Thais sì’, risposi scoppiando di nuovo a ridere. Luca era terrorizzato che quelle foto venissero pubblicate. Era l’immagine di lui, l’immagine della Ferrari, ‘Oh no! Oh caro! Cosa faremo adesso? ’, gli ripeté terrorizzato. Allora, temendo che potesse avere un infarto, l’ho sgridato: ‘Luca, vaffanculo, sembra che tu non ci conosca!’ Gliel’ho detto, e questo sembrava rassicurarlo. ‘Questa non verrà mai pubblicata, è una foto personale, vacci piano. Siediti e mangia un croissant ‘”.
Eppure l’onda lunga di questa storia ha continuato a farsi sentire per tantissimo tempo: ” Dopo che, per anni, ogni volta che volevo tormentare Colajanni, lo chiamavo in campo lo mettevo da parte e gli dicevo che aveva bisogno di soldi, per questo avevo venduto le foto, e lui mi stava mandando all’inferno “.

Articolo precedenteIl trucco usato dagli agenti per catturare Mariano Cannio, l’uomo accusato dell’omicidio del piccolo Samuele
Articolo successivoAldo Montano è malato: dovrà indossare una protesi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui