Forlì, Cecilia Celli è morta a 17 anni mentre era in sella alla moto del suo fidanzato

Cecilia Celli, la ragazza che purtroppo sabato 11 settembre è morta mentre era in sella alla bici del fidanzato avrebbe dovuto compiere 18 anni a dicembre. L'incidente è stato molto violento e infatti, nonostante i disperati tentativi dei medici intervenuti, per lei non c'era più niente da fare.

Una comunità distrutta da questa drammatica e improvvisa perdita, la ragazza
aveva 17 anni e tutti la descrivevano come dolce e solare. Tanti i messaggi pubblicati sui social nelle ultime ore.

Secondo le informazioni diffuse dai media locali, la tragedia è avvenuta nel tardo pomeriggio di sabato 11 settembre. Precisamente in via Bidente, in località Carpena, in provincia di Forlì.

I due fidanzati di 17 e 19 anni erano in sella alla loro Yamaha. Erano usciti per una passeggiata e per vedere i loro amici che li stavano aspettando.

Quando all'improvviso, per cause ancora da chiarire da parte della polizia, il mezzo a due ruote si è scontrato con un Suv Mercedes che camminava nel medesimo senso di marcia. Al timone c'era un ragazzo di 27 anni, che abita nella stessa zona.

Dopo l'impatto, i giovani sono stati sbalzati in aria e poi a terra. I presenti si sono subito resi conto che le condizioni erano gravi e infatti hanno lanciato frettolosamente l'allarme ai soccorritori.

La tragica morte di Cecilia Celli e le condizioni del fidanzato
Quando sono arrivati ​​i medici, la ragazza era sull'asfalto, ormai senza vita. Hanno cercato di rianimarla per un po', ma il suo cuore non ha più ripreso a battere. Infatti, non hanno potuto fare a meno di accertare sul posto la sua morte.

Il fidanzato era cosciente all'arrivo dei medici, ma ora è ricoverato all'ospedale Bufalini di Cesena, nel reparto di terapia intensiva. I medici hanno deciso di mantenere riservata la sua prognosi, poiché le sue condizioni sono critiche.

Lascia un commento