Mamma di 36 anni suicida a Treviso: "Colpa della figlia"

La madre 36enne suicidata a Treviso soffriva di depressione post partum. La donna, che viveva con la famiglia in un paesino del trevigiano, dopo aver dato alla luce un bambino. La depressione post partum l'ha portata all'estremo. Il padre della donna ha trovato il suo corpo ormai senza vita.

La donna era attesa all'asilo, martedì 7 settembre 2021, per andare a prendere il bambino. Non vedendo arrivare nessuno, la scuola ha iniziato a chiamare per sapere cosa fosse successo. La donna di 36 anni si era suicidata e l'allarme è stato lanciato dal padre, nonno della bambina.

La donna viveva in un piccolo paese in provincia di Treviso. Era una neomamma e, secondo quanto riferito, soffriva di depressione post-partum . Nonostante il sostegno della famiglia, questo terribile male la portò all'estremo e la donna decise di farla finita.

Dopo l'allarme lanciato dall'uomo, a casa della donna sono arrivati ​​un medico e gli infermieri del SUEM 118. Ma i soccorritori, purtroppo, non hanno potuto fare nulla per salvare la vita della donna, che era già morta.

Poco dopo sono giunti sul posto anche i Carabinieri, per le formalità di rito. Una vera tragedia per tutta la sua famiglia, ma anche per la comunità e per i suoi colleghi, che non hanno potuto fare nulla per aiutarla ad affrontare questa terribile malattia.

Madre di 36 anni suicidata a Treviso: tutta la comunità si aggrappa alla famiglia del piccolo orfano
Adriano Bordignon, direttore del consultorio del Centro per la famiglia, spiega come questo è possibile:

Lascia un commento