Neonato di 1 mese e mezzo morto in culla, tragedia nel Vercellese

Tragedia a Trino, nel Vercellese. Un neonato di appena 1 mese e mezzo è stato trovato morto nella culla dai suoi genitori. Il bambino è una delle vittime della SIDS, dall'inglese Sudden Infant Death Syndrome, che in Italia viene definita anche morte in culla o morte improvvisa del lattante. Colpisce solo 5 bambini su 1000 in Italia.

A Trino Vercellese la comunità è in lutto per la morte di un bambino di soli 49 giorni. Secondo quanto si apprende da fonti mediche, Nicolò è morto di SIDS, la sindrome della morte in culla, la morte improvvisa, ancora inspiegabile, che colpisce i neonati mentre dormono.

A Trino, Paese d'origine della madre e dei nonni materni, la famiglia è ben nota. Nicolò era il quarto di quattro figli. Sui manifesti funebri un'iscrizione piena di dolore: " Addio angioletto ". Tutti nel villaggio si aggrappano ai genitori, ai nonni e ai fratelli del piccolo.

I medici hanno accertato che si tratta di Sids, dall'inglese Sudden Infant Death Syndrome, o morte in culla, o morte improvvisa del lattante, una morte improvvisa e ancora senza causa che colpisce meno di un anno di età, con una frequenza maggiore tra 1 e 5 mesi di vita.

La SIDS è una delle principali cause di morte dei bambini nel primo anno di vita.

Bimbo di 1 mese e mezzo morto nella culla, venerdì funerali
La morte del piccolo, in realtà, risale a una decina di giorni fa. Prima di poter salutare il neonato, i medici hanno dovuto eseguire un'autopsia per stabilire con certezza la causa della morte di Nicolò. L'esame autoptico ha accertato che si tratta proprio di Sids , sindrome della morte improvvisa del lattante in culla.

Lascia un commento