Cinema e televisione a lutto per la morte del grande Nino Castelnuovo

Una notizia drammatica ha colpito il mondo del cinema e della televisione italiani. Il 6 settembre, all'età di 84 anni e dopo un lungo periodo passato a lottare contro una brutta malattia, muore Nino Castelnuovo. Ad annunciare la morte del noto attore ci ha pensato la sua famiglia, attraverso una nota pubblicata sui social.

Innumerevoli le opere a cui ha lavorato Nino Castelnuovo e che lo hanno reso immortale nella memoria di tanti appassionati.

Qualche anno fa soffriva di glaucoma che lo aveva già reso cieco. Lunedì scorso 6 settembre, dopo una lunga e terribile malattia, Nino si è spento per sempre.

La famiglia si chiude nel dolore per la perdita del caro Nino e richiede comprensione e riservatezza in questo momento difficile.

Sono le parole scritte nell'annuncio della morte di Nino dalla moglie Maria Cristina Di Nicola, dal figlio Lorenzo, dal precedente matrimonio con l'attrice Danila Trebbi, e dalla sorella Marinella.

La carriera di Nino Castelnuovo
Nino Castelnuovo nasce a Lecco, in Lombardia, il 28 ottobre 1936 e sin da bambino mostra subito la sua passione e talento per le arti performative. La sua prima attenzione fu rivolta alla danza e alla ginnastica artistica, poi, nel 1955, all'età di 19 anni, si trasferì a Milano e iniziò gli studi di teatro alla scuola di Giorgio Strehler del Piccolo Teatro di Milano .

Il suo esordio in televisione avviene due anni dopo, nel 1957, quando partecipa come mimo alla trasmissione Zurlì il magago del giovedì, di Cino Tortorella. Passano altri due anni e, nel 1959, debutta finalmente anche al cinema , recitando nel film Un maledetto imbroglio di Pietro Germi.

Successivamente ha recitato in numerosi altri film italiani, prima di approdare anche sui palcoscenici internazionali. Nel 1964, accanto alla grande Catherine Deneuve, recitò nel musical francese Les Parapluies de Cherbourg, opera che vinse anche una medaglia d'oro al Festival di Cannes.

I ruoli per cui è ricordato maggiormente sono principalmente due. Nel 1967 interpreta il ruolo di Renzo nella trasposizione televisiva de I Promessi Sposi, famosissima opera letteraria di Alessandro Manzoni. Molti lo ricorderanno anche per il suo salto atletico della staccionata nello spot di Oil Heart.

Lascia un commento