Tragedia in USA: due gemelli trovati morti chiusi dentro l’auto dei loro genitori

Una notizia sconvolgente è arrivata nei giorni scorsi dagli Stati Uniti d'America, più precisamente dallo stato del South Carolina, nella Contea di Richland. I gemelli, Bryson e Brayden McDaniel, di soli 20 mesi, sono stati trovati morti all'interno di un'auto parcheggiata fuori da un asilo nido. Il medico legale ha confermato che la loro morte è avvenuta per ipertermia e che i due bambini erano stati rinchiusi nelle loro auto per circa 9 ore.

La stagione estiva porta con sé un'infinità di rischi legati alle alte temperature. Quello accaduto in South Carolina lo scorso mercoledì 1 settembre è solo l'ennesimo spiacevole episodio accaduto proprio in tali circostanze.

Le vittime si chiamavano Bryson e Brayden McDaniel, ed erano gemelli
di quasi due anni. Intorno alle 17:30 di sera, uno dei genitori ha notato che i bambini erano rimasti chiusi in macchina e che erano già privi di conoscenza.

Richiesta immediata di aiuto e arrivo degli stessi all'asilo Sunshine House. Sfortunatamente, ogni tentativo dei medici di rianimare i bambini è stato vano. Per i due non c'era già più niente da fare.

I primi a divulgare la notizia sono stati ovviamente i media locali americani. Notizie poi raccolte e riportate da giornalisti di tutto il mondo.

Sul posto sono arrivate anche Naida Rutherford, medico legale che lavora nella contea di Richland, insieme alle infermiere e ai medici.

Il medico legale ha rilasciato un'intervista, dopo aver esaminato a fondo la situazione. Ha detto che sui corpicini dei gemelli non sono stati trovati segni di maltrattamenti o violenze e che la morte è avvenuta per ipertermia, cioè per un eccessivo aumento della temperatura corporea. Ha anche detto che i due bambini hanno trascorso circa 9 ore e mezza chiusi nelle loro auto prima che uno dei loro genitori si accorgesse dell'accaduto.

Gli investigatori hanno chiesto ai genitori se fosse possibile che si fossero dimenticati dei bambini. Al riguardo, però, nessuno ha confermato nulla.

Lascia un commento