Federico Lugato scomparso in Val Zoldana: continuano le ricerche

Ancora nessuna traccia di Federico Lugato scomparso in Val Zoldana. Ma la ricerca continua, con tante persone, esperti di montagna, che hanno accolto l'appello della moglie Elena, che non perde la speranza di riabbracciarlo vivo. Elena resterà in montagna finché non lo troverà di nuovo. E speriamo di potervi dare presto delle buone notizie.

Amici, volontari, esperti di montagna hanno risposto all'appello di Elena, che continua a cercare il marito morto in montagna il 26 agosto nei boschi della Val Zoldana. Una settimana fa l'uomo è uscito di casa e da allora abbiamo perso le sue tracce.

Quella mattina uscì per raggiungere il rifugio Angelini, condividendo con la moglie, come sempre, il suo cammino. Doveva raggiungere il luogo sul fianco delle vette di San Sebastiano, a 1680 metri di altezza, a un paio d'ore da Pralongo, dove abitavano i coniugi.

Il tecnico ferroviario di 39 anni conosceva bene quella strada. Aveva lasciato la sua Renault al parcheggio di Pralongo e aveva con sé il cellulare e tutto il necessario per la passeggiata, ma non è stato trovato nulla e nessuno sembra averlo visto.

Dai dati del cellulare sappiamo che era in quella valle e molti lo stanno cercando. Sessanta uomini tra Soccorso Alpino, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza e Carabinieri e decine di volontari che hanno risposto agli appelli di Elena.

Federico Lugato scomparso in Val Zoldana: tutti lo cercano
Elena, sua moglie 38enne esperta di comunicazione, ringrazia tutti e non perde la speranza di ritrovare il marito scomparso in montagna .

Lascia un commento