Bimba di 11 mesi morta dopo aver mangiato uno yogurt: probabile omissione colposa

Dietro la morte della bambina di 11 mesi soffocata mentre mangiava yogurt, potrebbe esserci un'omissione negligente da parte dei medici. La tragedia è avvenuta il 31 agosto, intorno alle 12:30. La bambina era con sua madre e stava mangiando yogurt quando improvvisamente è diventata cianotica.

Sua madre ha cercato di liberare le sue vie respiratorie e ha chiesto aiuto alla sua vicina. Quest'ultimo ha lanciato l'allarme per i soccorsi .

Nonostante il tempestivo trasporto all'ospedale di Bergamo, per la piccola non c'è stato nulla da fare. Il suo cuore si è fermato poco dopo l'arrivo alla struttura sanitaria.

Portata due volte al pronto soccorso

Dopo i dovuti accertamenti si è scoperto che la bambina di 11 mesi era stata portata due volte al pronto soccorso nei giorni precedenti. I suoi genitori la vedevano debole, così preoccupati che decisero di portarla all'ospedale di Sesto San Giovanni. Ma entrambe le volte i medici l'hanno mandata a casa, con una prescrizione per la tachipirina.

Aperto fascicolo istruttorio
Gli inquirenti hanno ora aperto fascicolo istruttorio e tra le prime ipotesi ci sarebbe un'omissione colposa da parte dei medici. Questi ultimi sono accusati di non aver sottoposto il minore ad altre indagini e visite più approfondite. Per chiarire ogni dubbio e stabilire l'esatta causa della morte del bambino, è stato richiesto un esame autoptico. Ora bisognerà attendere i risultati. Lo scopo è anche quello di identificare la possibile esistenza di problemi cardiaci congeniti.

La comunità è sconvolta, così come la famiglia di origine egiziana. Sua madre l'ha vista soffocare davanti ai suoi occhi e non ha potuto fare nulla per salvarle la vita. Anche i tentativi dei medici non hanno aiutato. Un altro angioletto è volato via troppo presto.

Lascia un commento