Denise Pipitone, un lumino per non dimenticare: la bellissima iniziativa di Mazara del Vallo

Ricorre oggi, 1° settembre 2021, il 17° anniversario della morte della piccola Denise Pipitone, la bambina rapita a Mazara del Vallo nel 2004. Don Davide Chirco, responsabile del seminario episcopale della diocesi e del servizio di pastorale vocazionale, ha lanciato un bellissimo iniziativa rivolta a tutti i mazaresi e anche a tutta l'Italia.

lui Ha chiesto a tutti di accendere una candela in memoria di Denise, di continuare a mantenere vivo il ricordo di lei e di continuare a chiedere verità e giustizia. Un segno di lotta contro chi sa e continua a non parlare. Un segno di sostegno per sua madre Piera Maggio, che da 17 anni cerca la sua piccola, ormai adolescente. Una madre che continua a cercarla viva e che non si fermerà finché ne avrà le forze.

Una candela per Denise Pipitone
Invito tutti, mazaresi e non, a mettere una candela o una candela sul davanzale, fare una foto e postarla sui social con l'hashtag #17annisenzaDenise per chi è credente può aggiungere a questo gesto anche una speciale intenzione di preghiera per Denise e la sua famiglia. È un segnale semplice che vuole essere un monito per tutti coloro che sanno e non parlano per paura, ma vuole essere anche un momento di forte unità e di particolare vicinanza a Piera Maggio e Pietro Pulizzi, segnato da un dolore che è durato troppo a lungo ormai..

Sui social sono già apparse diverse foto, pubblicate da chi ha acceso una candela o una candela in ricordo della piccola Denise. Negli anni è diventata la figlia di tutta l'Italia. Pochi mesi fa la Procura ha riaperto le indagini, dopo che Maria Angioni
ha parlato di menzogne ​​e depistaggi e ora tutti sperano che possa venir fuori la verità.

Pochi giorni fa, Piera Maggio
ha subito un grave lutto, è morto il padre.

Lascia un commento