Ferdinando Gargiulo, zio 65enne di Gigio Donnarumma, è morto per un infarto

Vittoria del campionato europeo di calcio da grande eroe. Poi un trasferimento dal Milan al Paris Saint Germain, squadra ricca di fenomeni dove si può crescere ulteriormente come calciatore e come persona. Ma oggi Gigio Donnarumma si trova di fronte a una triste realtà. L'amato zio Ferdinando Gargiulo morì di una malattia che accusò mentre lavorava. Un toccante addio alla foto e alla dedica su Instagram.

Gli ultimi mesi sono stati abbastanza turbolenti per Gianluigi Donnarumma. Il portiere Castellammare di Stabia e gli altri giocatori degli Azzurri Roberto Mancini ci hanno portato tutti sul tetto d'Europa. Il trionfo nel campionato europeo di calcio rimarrà per sempre nella leggenda del nostro sport locale.

Quasi in contemporanea è arrivata anche la notizia del suo trasferimento dal Milan al Paris Saint Germain. Una scelta sofferta, uscita dai rossoneri, ha spiegato più volte Gigio. Ma serve una decisione per continuare il percorso di crescita. | Un'occasione unica per Gigio Donnarumma, che però ha iniziato la stagione seduto in panchina.

L'addio di Gigio Donnarumma allo zio
La concentrazione su ciò che la sua carriera professionale richiede, però, ha dovuto lasciare il posto a un momento di infinita tristezza nei giorni scorsi.

Ferdinando Gargiulo, solo 65 anni, adorato zio Gigio Donnarummy, purtroppo è morto nei giorni scorsi. Faceva il suo normale turno di guardia forestale quando è stato improvvisamente accusato di una malattia attribuibile a un infarto.

Richiesta immediata di aiuto e arrivo in loco. Che ha prelevato l'uomo e l'ha portato all'ospedale di Castellammare di Stabia.

Proprio in un ospedale della Campania, dopo tante ore di lotta per la sopravvivenza, un uomo si è arreso ed è morto per sempre.

Lascia un commento