Reggio Calabria, Giovanni Nirta è morto a 11 anni mentre era in sella alla sua bici

Si chiamava Giovanni Nirta e aveva solo 11 anni, un bambino investito da un'auto mentre andava in bicicletta. Stava lasciando il centro commerciale e la sua situazione sembrava critica fin dall'inizio. Infatti, nonostante il pronto intervento dei medici, non aveva nulla da fare.

Una tragica e improvvisa perdita che ha spezzato il cuore dell'intera comunità. La famiglia è ben nota e molti messaggi di cordoglio sono stati pubblicati sui social.

Secondo i resoconti dei media locali, il dramma si è svolto intorno alle 17:00 di giovedì 26 agosto. Esattamente nel comune di Bovalino, a Reggio Calabria.

L'undicenne era in sella a una bici elettrica e stava uscendo dal centro commerciale La Galleria, che sovrasta i vicoli di Contrada San Nicola.

Quando era per strada, un'auto lo ha investito. L'impatto è stato violento e il bambino è stato scaraventato sull'asfalto dopo pochi metri di volo. I presenti si sono presto resi conto che le sue condizioni erano davvero gravi.

Dopo essersi fermato, l'autista ha deciso di allertare rapidamente il 118, ma la situazione del bambino è apparsa critica sin dall'inizio.

La tragica e improvvisa morte del piccolo Giovanni Nirty
I soccorritori intervenuti sul luogo dell'incidente hanno deciso di trasportarlo d'urgenza in ospedale. Ma lungo la strada, il suo cuore ha smesso di battere per sempre. Le ferite riportate dopo la caduta sono state fatali.

La polizia sta attualmente lavorando per ricreare l'esatta dinamica dell'incidente. Vogliono capire come è nata questa influenza e, soprattutto, le eventuali responsabilità.

Lascia un commento