Torino, crollata una palazzina a due piani: morto un bimbo di 4 anni

Un vero dramma accaduto a Torino. La mattina del 24 agosto è crollato un edificio a due piani alla periferia della città. I soccorritori sono intervenuti tempestivamente, estraendo dalle macerie quattro persone vive e un bambino di quattro anni, purtroppo deceduto.

Questa mattina, intorno alle 9, è crollato un edificio di due piani alla periferia di Torino. Attualmente sono in corso i lavori per risalire alle cause della tragedia ma, dalle prime ipotesi fatte, il crollo dell'edificio sarebbe stato causato da un'esplosione.

Crollo di un edificio a Torino: una fuga di gas avrebbe potuto provocare l'esplosione
Infatti, secondo le parole dei residenti della zona dove si è consumato il dramma, l'esplosione sarebbe stata accompagnata da un forte ruggito. Si ritiene quindi che una fuga di gas sia stata la causa del crollo. Puntuale l'intervento dei soccorritori che si sono attivati ​​per soccorrere le persone coinvolte nel crollo dell'edificio.

Sarebbero 5 le persone coinvolte nel crollo. Tra questi, un uomo che al momento dell'esplosione
si trovava nelle vicinanze dell'edificio, così come una coppia ricoverata d'urgenza in ospedale in codice rosso. Un'altra persona è stata trovata sotto le macerie dove i soccorritori hanno estratto un bambino di quattro anni, purtroppo deceduto.

Dei due adulti portati in ospedale in codice rosso, c'è la madre del bambino di quattro anni deceduto. L'altra persona, invece, è un ragazzo di 22 anni che avrebbe ustioni di secondo e terzo grado su tutto il corpo ed è attualmente intubato.

Oltre ai soccorritori, polizia e carabinieri per accertare il numero delle persone coinvolte e avviare le prime indagini per ricostruire la tragedia. In particolare, i dipendenti del Nucleo Nbcr stanno verificando la presenza di fughe di gas

Lascia un commento