Acquario di Genova: cane lasciato legato alla biglietteria

Una vicenda che sta facendo discutere sul web, quella avvenuta all'Acquario di Genova. Un cagnolino è stato legato vicino alla biglietteria dal suo proprietario. Proprietario che poi è entrato nell'acquario per passare un po' di tempo tra le vasche, ammirando delfini e squali. Un turista e la sua famiglia di origine veneta, che rischiavano di essere denunciati per maltrattamenti e trascuratezza dei loro amici a quattro zampe.

Poi le cose non sono andate nel peggiore dei modi ed è proprio per questo che la vicenda sta facendo molto discutere. La famiglia ha legato il cagnolino vicino alla biglietteria ed è entrata per una giornata di relax. Tuttavia, l'animale era sotto la supervisione del personale della biglietteria e con una ciotola d'acqua accanto. Qualcuno ha dato l'allarme e il proprietario è stato chiamato dall'altoparlante.

Quando tornò dal suo amico a quattro zampe, quest'ultimo lo accolse con feste incredibili. La prova che non era affatto maltrattato dalla sua famiglia.

Sul posto è arrivata la croce gialla per il salvataggio degli animali e anche una guardia zoofila, seguita dalla finanza. Il proprietario aveva lasciato e abbandonato quel cane legato vicino alla biglietteria, ma senza una situazione di sofferenza. Era all'ombra e aveva anche una ciotola d'acqua. Il personale della biglietteria poteva vederlo da lontano.

All'Acquario di Genova è arrivata la decisione dei soccorsi
Tutti questi elementi, uniti alla reazione del cane quando lo ha visto tornare da lui, hanno fatto decidere sia ai finanzieri militari che al guardia zoofila. La decisione di non denunciare i familiari per maltrattamenti e abbandono degli amici a quattro zampe. Ma restituire loro il cane di famiglia dopo una dura ramanzina, che probabilmente non dimenticheranno mai!

Lascia un commento