Il cane eroe di Gettysburg riceve ossa tutti i giorni

Hai mai sentito parlare di Sallie, il cane eroe di Gettysburg? Stiamo parlando di uno splendido esemplare di American Staffordshire Terrier che ha passato tutta la vita a dimostrare quanta lealtà e quanta lealtà si possano capire i cuccioli. I pitbull non sono sempre stati ingiustamente considerati dei cattivi ragazzi. Un tempo erano gli amorevoli protettori delle loro famiglie. Così come Sallie Ann Jarrett.

Il parco militare nazionale di Gettysburg ospita una statua in bronzo di Sallie che custodisce la base del monumento all'11° reggimento di fanteria volontaria. Il cane è appoggiato sulla pietra, con la testa sulle zampe e gli occhi spalancati per controllare il campo di battaglia dove ha combattuto 150 anni fa.

Molti visitatori ancora oggi rendono omaggio al suo memoriale, per ricordare la mascotte dell'esercito che non lasciò mai i suoi compagni a Gettysburgh durante la sanguinosa Guerra Civile. Il suo gesto eroico, che viene ricordato più di un secolo dopo.

Oggi c'è chi lascia fiori, giocattoli per cani, persino biscotti a forma di osso per ricordare questo cane, la cui storia deve essere conosciuta anche fuori dai confini della Pennsylvania.

Chi era Sallie, il cane eroe di Gettysburg
Sallie Ann Jarrett fa parte da quando era una cucciola dell'11° reggimento della Pennsylvania. Grazie all'affetto che ha mostrato ai soldati, è diventata la mascotte del gruppo. Christopher Gwinn, capo dell'interpretazione e dell'educazione al Gettysburg National Military Park, spiega:

Il reggimento era in campagna durante l'autunno del 1862, ed è lì che hanno incontrato il cane. Era un caso in cui il cane seguiva il reggimento mentre marciava.

Grazie a Sallie gli uomini hanno potuto ricordare la loro vita prima della guerra. Il cane ha dato loro supporto nei momenti più difficili.

Sallie ha sempre seguito i suoi compagni sul campo di battaglia, abbaiando al nemico. Sallie fu persa il primo giorno della battaglia di Gettysburg. Dopo tre giorni la trovarono a vegliare sui corpi dei soldati morti durante la battaglia. Era debole ma continuò a combattere fino a quando non fu uccisa nella battaglia di Hatcher's Run nel febbraio 1865. I soldati che l'amavano e che lei amava si fermarono per seppellire Sallie, nonostante il pesante fuoco confederato.

In seguito i veterani
spinsero Sallie alla base della statua in ricordo di quella battaglia.

Lascia un commento