Tragedia nel trevigiano: Simone Stefanel, chef di 49 anni, morto carbonizzato nella sua auto

Un terribile incidente è avvenuto giovedì 16 agosto nel trevigiano, più precisamente nei pressi di Levada Ponte di Piave. Simone Stefanel, chef, marito e padre di una bambina, è morto bruciato all'interno della sua auto. L'auto ha preso fuoco dopo essere uscita di strada andando a sbattere contro un albero a lato della carreggiata.

Simone stava percorrendo la strada provinciale 117 dalla frazione di Busco in direzione Levada di Ponte di Piave. Erano circa le 16:00 e il suo ristorante " Il Gabbiano " avrebbe aperto a breve.

Per cause ancora da accertare, l'uomo ha perso il controllo della sua auto, una Nissan Qashqai alimentata a Gpl, ed è uscito di strada. L'auto ha sbattuto molto violentemente contro gli alberi cresciuti sulla piattaforma e ha subito preso fuoco.

Le fiamme hanno rapidamente circondato l'auto, lasciando l'uomo intrappolato all'interno. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 e i Vigili del fuoco, avvertiti da alcuni passanti.

Purtroppo ogni tentativo non solo di salvare l'uomo, ma anche di estrarlo dall'auto in fiamme, è stato vano.

Sul posto era arrivato anche un elicottero, che in teoria avrebbe dovuto trasportare il 49enne al più vicino ospedale in caso di necessità.

L'aereo è partito ancor prima che i vigili del fuoco spegnessero completamente l'incendio, rendendosi conto che non c'era più niente da fare.

Il disperato tentativo di alcuni passanti di estrarre Simone Stefanel dall'auto in fiamme
Nei momenti immediatamente successivi all'impatto dell'auto guidata da Simone Stefanel e al conseguente scoppio dell'incendio, gli automobilisti che assistito alla scena, sono subito intervenuti.

Non solo hanno chiesto aiuto, ma hanno anche cercato di spegnere l'incendio da soli, utilizzando un estintore . Sfortunatamente, anche il loro disperato intervento non ha aiutato. Per lo chef trevigiano non c'era più niente da fare.

Lascia un commento